A 3 anni dal salvataggio il leone Ivan, prima moribondo, è oggi un «vero Re»

Di Louise Bevan

Venduto dallo zoo perché già malconcio e poi rifiutato da un’altra struttura non appena le sue condizioni di salute sono peggiorate: questa la triste storia del leone Ivan-Asen, cresciuto in cattività allo zoo di Razgrad in Bulgaria. Una volta tornato nel suo zoo originale, non c’era più un recinto per lui, e la sua ‘casa’ era diventata una gabbia di 10 metri quadrati, senza ventilazione, stimoli o luce naturale.

La tortura è durata fino a quando un gruppo internazionale per il benessere degli animali, Four Paws, ha organizzato un intervento di salvataggio urgente nel novembre 2017, salvando, curando e infine dando rifugio al leone di tre anni.

Tre anni dopo, Ivan ha un aspetto completamente cambiato ed è ora un leone felice, ha reso noto Four Paws in un comunicato.

Leone moribondo appena salvato
Il leone Ivan-Asen appena dopo essere stato salvato, all’inizio della cura. (Per gentile concessione di Bogdan Baraghin/Four Paws)

Secondo il comunicato, lo zoo di Razgrad ha aperto nel 1960 ma la sua licenza è scaduta nel 2014 e da allora si è mantenuto in vita attraverso un «allevamento e una vendita non professionale di leoni».

«Quando l’abbiamo trovato, era più vicino alla morte che alla vita», ha riferito lo staff di Four Paws in un video che documenta il salvataggio del leone.

Ivan-Asen soffriva di gravi problemi articolari e digestivi, reni deboli, problemi neurologici, malnutrizione, una spina dorsale deformata e una criniera e una pelliccia disomogenee.

A causa delle sue critiche condizioni di salute, Ivan è stato sedato e trasferito allo Zoo di Sofia per le cure. Come risultato del suo confinamento, ha sviluppato una serie di problemi cronici che non guariranno mai, ma ha risposto bene alla terapia e al trattamento medico, diventando ogni giorno più forte.

Il leone mentre viene curato
Il leone mentre viene curato (Per gentile concessione di Four Paws)

Poi è arrivato il momento del viaggio di 2 mila chilometri e di 30 ore verso il Felida Big Cat Sanctuary nei Paesi Bassi, un piccolo centro di riabilitazione di Four Paws per i grandi felini salvati che sono sopravvissuti ad abusi e negligenza.

Alla fine di marzo del 2018, un custode di animali di Four Paws ha addestrato Ivan sul posto, permettendogli di camminare di sua iniziativa dentro la cassa per il trasporto; questo ha evitato di somministrare «un’anestesia rischiosa» al leone già indebolito.

Ivan è arrivato al Felida Big Cat Center il 26 marzo di quell’anno. I nipoti del leone, i fratelli Masoud e Terez, erano già stati emancipati dallo zoo di Razgrad e aspettavano il loro zio Ivan al santuario.

Nel suo nuovo ambiente sicuro – con spazio, cibo e cure adeguate, e il calore del sole – Ivan si è gradualmente trasformato nel potente leone che è.
«Si diverte nel suo recinto e gioca con i suoi nipoti. La sua criniera risplende, e ruggisce con orgoglio ogni giorno», ha reso noto Four Paws in un comunicato.

Il leone dopo le cure
Il leone dopo le cure (per gentile concessione di Four Paws)
Leone
(Per gentile concessione di Four Paws)

Il 27 marzo 2021, l’organizzazione no-profit ha pubblicato su Facebook un aggiornamento sulla ricorrenza dei tre anni dal salvataggio: «In questo giorno di tre anni fa, il leone Ivan-Asen è arrivato dopo un lungo viaggio attraverso diverse frontiere», hanno scritto.

«Con ogni chilometro percorso, si lasciava ulteriormente alle spalle il suo orribile passato. E ora, tre anni dopo, sembra un vero re!»

Lo zoo di Razgrad, ufficialmente di proprietà della città di Razgrad, rimane aperto al pubblico gratuitamente, secondo quanto afferma il comunicato. Eppure Four Paws ha convinto il sindaco della città a collaborare per trasferire altri leoni e per la sterilizzazione di due leoni maschi adulti, mettendo così fine al suo programma di allevamento.

Leone dopo le cure
(Per gentile concessione di Four Paws)

La storia di Ivan, un tempo tragica, si dirige ora verso un vero lieto fine.

«Anche se Ivan avrà sempre bisogno di cure (mediche) specializzate, siamo orgogliosi di fornirgli una vita confortevole, in cui può godersi il sole sulla pelliccia, la sabbia sotto le zampe e la pace che lo circonda», scrive Four Paws.

«Buon anniversario Ivan, speriamo di poter godere della tua bella compagnia per molti altri anni a venire!»

 

Articolo in inglese: Near-Death Lion With Horrific Past Looks Like ‘True King’ 3 Years After Rescue

 
 
 

Soppressione e restrizioni mentre il Pcc si prepara al 100° anniversario

Soppressione e restrizioni mentre il Pcc si prepara al 100° anniversario
In vista dell'anniversario dei 100 anni della fondazione del Partito comunista cinese (Pcc) del 1° luglio, Pechino ha ...
Leggi >
 

Le terribili cause dietro la «politica dei tre bambini» del regime comunista cinese

Le terribili cause dietro la «politica dei tre bambini» del regime comunista cinese
Il Partito Comunista Cinese (Pcc) ha condotto il suo settimo censimento della popolazione nazionale, utilizzando le ore 00:00 ...
Leggi >
 

Il Green Pass Ue esclude i vaccini cinesi, e Pechino se la prende con la Francia

Il Green Pass Ue esclude i vaccini cinesi, e Pechino se la prende con la Francia
Il primo luglio l'Unione Europea avvierà il suo programma del Certificato Digitale dell'Ue per il Covid approvato dal ...
Leggi >
 

Biden cambia idea: il leader cinese Xi non è un «vecchio amico»

Biden cambia idea: il leader cinese Xi non è un «vecchio amico»
Il presidente Joe Biden Biden afferma ora che il leader cinese Xi Jinping non è un suo «vecchio ...
Leggi >