Profilo di un’artista, la bellezza attraverso la tradizione: Shen Yun

Di Catherine Yang

Evangeline Zhu era al Lincoln Center di New York, poche ore prima di salire sul palco, quando ha ricevuto la notizia: lo spettacolo non si sarebbe tenuto. Nei 14 anni di esibizioni della Shen Yun Performing Arts, raramente c’era stato uno spettacolo cancellato, sebbene il Partito Comunista Cinese abbia ripetutamente cercato di farlo. La Zhu pensava fosse uno scherzo, ma non lo era affatto. Una pandemia si stava diffondendo in tutto il mondo, portando alla chiusura dei luoghi dedicati all’arte e all’intrattenimento.

È passato un anno e mezzo prima che Zhu potesse ritrovarsi di nuovo faccia a faccia con il pubblico. A settembre è salita sul palco a Stamford, nel Connecticut, con un cuore pieno di gratitudine. «È eccitante», ha detto prima dello spettacolo. «È passato un anno da quando ho visto un pubblico».

In quel periodo di mezzo, Zhu e i suoi colleghi ballerini di Shen Yun si sono comunque dati da fare. Negli ultimi anni, la compagnia di danza con sede a New York ha perfezionato e fatto rivivere un metodo di danza che era stato perso nella Cina moderna.

Linguaggio del corpo

La Zhu spiega che la danza è un linguaggio del corpo: «Devi usare il tuo corpo per esprimere ciò che provi, per comunicare il tuo messaggio al pubblico».

In quanto tale, l’antico metodo di «shen dai shou», o ‘il corpo che guida le braccia e le mani’, ha completamente cambiato l’aspetto della danza classica cinese di Shen Yun sul palco. In sostanza, la tecnica fa esattamente quello che dice il suo nome: il corpo guida le braccia e le mani in movimento, e il corpo è vivo con il movimento nella danza. «Quando puoi comunicare dal cuore, questa è l’espressione più forte. Allora puoi comunicare anche senza parole», sostiene la Zhu.

Un requisito di questo metodo è che la forza che guida il movimento della parte superiore del corpo inizi al centro del corpo, sopra il cuore. Quindi, essenzialmente stai ballando dal cuore e la danza è ancora più espressiva, ha spiegato la Zhu. «Dopo aver appreso questo metodo, la nostra danza classica cinese è più grandiosa, più chiara e dà alle persone questo senso di luminosità».

Questo è un metodo che compare solo nei vecchi libri di danza e pedagogia, ma le istruzioni su come farlo e come insegnarlo erano andate completamente perse. Tuttavia, coloro che hanno familiarità con la missione di Shen Yun sembrano capire perché Shen Yun è l’unica compagnia di danza che ha recuperato questa tecnica così ricercata: Shen Yun cerca di far rivivere la vera cultura tradizionale cinese.

Zhu spiega che tutti gli artisti di Shen Yun hanno seguito un percorso legato alla tradizione per portare al pubblico qualcosa di veramente luminoso e positivo, dall’attenta ricerca e ripristino delle tecniche di danza tradizionali al vivere i valori tradizionali, come le virtù confuciane di benevolenza, rettitudine, correttezza, saggezza e fedeltà: «La danza esprime ciò che c’è nel tuo cuore, e i ballerini di Shen Yun, passo dopo passo, coltivano il loro carattere, lavorano sui loro cuori. Ci sforziamo di fare tutto secondo gli standard di verità, compassione e tolleranza».

Evangeline Zhu ha vinto la medaglia d’oro nel gruppo delle giovani donne nel 2016 Ntdtv International Chinese Classical Dance Competition. (Larry Dye/The Epoch Times)

Una sensazione luminosa

La madre di Zhu aveva il sogno irrealizzato di essere una ballerina, quindi prima di avere Zhu, aveva pensato che se sua figlia avesse mai mostrato interesse per la danza, l’avrebbe sostenuta. Da giovane, la Zhu ha preso lezioni di danza, ma non aveva idea che sarebbe diventata la sua carriera. Poi ha sentito parlare di Shen Yun. «Penso che fosse destino», ha detto. Ha visto quelli che sembravano ‘esseri eterei’ scivolare sul palco, e ricorda la sensazione fisica di quello che sembrava un carro alato trainato da cavalli che si librava sopra di lei durante l’apertura dello spettacolo. Diventare parte di Shen Yun è diventato il suo sogno.

Questa è un’altra cosa che Zhu pensa che Shen Yun faccia in modo diverso: dal momento in cui si aprono le tende, il pubblico è invitato in un mondo luminoso, bello e meraviglioso. «In realtà c’è molta disperazione e svogliatezza nel mondo, ma poi all’improvviso vedi questa scena di meraviglia, e in qualche modo spazza via il negativo. […] Vedi qualcosa di luminoso e positivo e grandioso. Sperimenti qualcosa di più grande di te stesso, e in qualche modo i problemi quotidiani diventano più piccoli». «È una scena del paradiso», ha detto.

«La danza e la musica trascendono la cultura; questo è il motivo per cui qualsiasi pubblico comprende Shen Yun», ha detto la Zhu. «Cose come la verità, la bontà e la bellezza sono universali. E penso che l’arte che può ispirare ed elevare le persone sia ciò che è veramente bello. L’arte può elevarci e penso che l’arte sia qualcosa di cui tutti abbiamo bisogno nella nostra vita».

Epoch Times considera Shen Yun Performing Arts l’evento culturale più significativo del nostro tempo.
Quest’anno la compagnia tornerà in Italia per esibirsi a Milano, Parma, Firenze, Palermo e in altre città.
Per info e biglietti visita il sito: https://it.shenyun.org/

 

Articolo in inglese: Artist Profile: Beauty Through Tradition: Shen Yun

NEWSLETTER
Epoch Times Italia 2021
 
 
 

6 gennaio a Washington, un retaggio di domande inquietanti

6 gennaio a Washington, un retaggio di domande inquietanti
Il bastone d'acciaio temprato ha emesso il suono più inquietante possibile, rimbalzando sul cranio di Victoria White. Variava ...
Leggi >
 

Alti e bassi dell’economia cinese. Il regime tenta di reagire, ma il 2022 sarà molto duro per il Pcc

Alti e bassi dell’economia cinese. Il regime tenta di reagire, ma il 2022 sarà molto duro per il Pcc
Il regime cinese ha speso miliardi di dollari nel tentativo di raggiungere i produttori di chip più avanzati ...
Leggi >
 

Olimpiadi invernali a Pechino e spionaggio di regime. Governi europei: niente cellulari agli atleti

Olimpiadi invernali a Pechino e spionaggio di regime. Governi europei: niente cellulari agli atleti
Diversi Paesi europei si stanno adoperando per proteggere i propri atleti durante le prossime Olimpiadi invernali di Pechino. ...
Leggi >
 

Ashli ​​Babbitt, la sostenitrice di Trump morta al Campidoglio, non era una rivoltosa

Ashli ​​Babbitt, la sostenitrice di Trump morta al Campidoglio, non era una rivoltosa
La sostenitrice di Trump andava su e giù, agitando le mani, frustrata, verso degli agenti immobili: «Chiama aiuto!» Pochi istanti ...
Leggi >