Artista marziale colpito da grave patologia, trova una cura inaspettata

Scoprire di dover sottoporsi a un’operazione al cuore mentre si è al culmine della propria carriera, rischiando addirittura l’invalidità permanente, può essere un colpo devastante. Ed è proprio quel che è successo al tenente colonnello e illustre insegnante di arti marziali Quynh Xuyen all’inizio dell’estate del 2015, mentre prestava servizio presso l’accademia aeronautica del proprio Paese, il Vietnam.

Xuyen aveva iniziato a insegnare arti marziali nel 1986, all’età di 22 anni, e in seguito ha visto decine dei propri studenti vincere importanti trofei nazionali. Questo fino al giorno in cui la sua passione e la sua salute sono state messe a repentaglio dalla malattia.

Il signor Quynh Xuyen nella sua uniforme di alto ufficiale dell’accademia aeronautica vietnamita. Aveva insegnato arti marziali all’accademia per quasi 30 anni quando ha scoperto di aver bisogno di un intervento chirurgico al cuore.

Infatti, in vista di una competizione nazionale, durante un normale esame medico per l’idoneità sportiva, ha scoperto di soffrire di ipertensione; gli organizzatori della manifestazione gli hanno quindi proibito di partecipare all’evento.

In seguito, l’insegnante di arti marziali ha scoperto che il suo problema di salute era causato da un’insufficienza della valvola mitrale (conosciuta anche come rigurgito della valvola mitrale): una disfunzione cardiaca che impedisce un efficiente deflusso sanguigno dal lato sinistro del cuore.

Xuyen si sentiva orgoglioso del proprio corpo agile e forte, e non immaginava minimamente di doversi preoccupare per la propria salute; così all’età di 51 anni, dopo aver ricevuto la notizia, ha completamente perso fiducia nel proprio futuro.

Neanche le cure mediche specialistiche sono state in grado di aiutare il signor Xuyen: si sentiva sempre stanco, soffriva di dispnea e di dolori al petto; l’unica cura possibile sembrava essere un costoso intervento chirurgico al cuore per riparare la valvola.

All’età di 51 anni, al signor Xuyen è stata diagnosticata l’ipertensione e l’insufficienza mitralica, la gravità delle sue condizioni era tale che avrebbe avuto bisogno di un intervento al cuore.

In ogni caso, avrebbe rischiato di rimanere invalido per sempre e di essere licenziato dall’accademia. Tuttavia, fortunatamente, grazie ai consigli di sua moglie, tre anni dopo è ancora vivo e in buona salute, senza essersi sottoposto ad alcun intervento chirurgico.

Raccontando la sua storia, fedelmente riportata in questo articolo, il signor Xuyen ha voluto incoraggiare altre persone a cercare di capire veramente cosa si intende quando si afferma che «un corpo sano proviene da una mente sana e da un cuore compassionevole».

Il momento più disperato

Appassionato di arti marziali da sempre, il signor Xuyen ha realizzato il proprio sogno quando è stato assunto come insegnante all’Accademia delle Forze Aeree e dell’Aeronautica Militare del Vietnam. Poi è arrivata la malattia che lo ha gettato nello sconforto più totale.

Il mondo gli stava crollando addosso e nella sua mente turbinavano domande senza risposta: «Sono senza futuro? Sono finiti i miei giorni gloriosi come praticante e istruttore di arti marziali? Come ho potuto sviluppare la mia patologia dopo aver vissuto con uno stile di vita così sano? E perché, dopo infinite cure, non sono guarito?»

Dopo aver scoperto di essere ammalato, il signor Xuyen si è ritrovato in uno stato di sconforto e disperazione.

Ma un giorno la fortuna gli ha sorriso. Infatti, durante la stessa estate in cui gli è stata diagnosticata la disfunzione cardiaca, sua moglie – che soffriva anch’essa di svariati problemi di salute come artrite, problemi allo stomaco, mancanza di equilibrio e pressione alta, e che doveva chiedere ogni mese un permesso da lavoro per recarsi in ospedale e per stare a casa per la riabilitazione – ha iniziato a praticare una tradizionale disciplina cinese per migliorare la mente e il corpo, chiamata Falun Dafa o Falun Gong; miracolosamente, le sue malattie sono scomparse poco tempo dopo aver iniziato a praticare gli esercizi della Falun Dafa e a leggere lo Zhuan Falun, il libro principale degli insegnamenti della pratica.

Gli esercizi della Falun Dafa sono diversi dal sistema di allenamento delle arti marziali a cui era abituato il signor Xuyen. Infatti, il Falun Gong prevede la pratica di quattro semplici esercizi in piedi e di una meditazione seduta, in cui i movimenti non sono vigorosi, ma delicati, lenti e fluidi.

Sebbene sua moglie lo incoraggiasse a leggere il libro e a fare gli esercizi insieme a lei, il signor Xuyen non la prendeva mai seriamente. Poi un giorno, vedendolo con l’umore particolarmente cattivo, la moglie del signor Xuyen si è seduta al suo fianco e gli ha sussurato: «Non devi essere triste o preoccupato, possiamo praticare il Falun Gong insieme. Ha aiutato molte persone».

Così, alla fine il signor Xuyen ha deciso di provare, ma solo perché aveva raggiunto un punto morto; inoltre pensava che anche se la Falun Dafa non avesse potuto aiutarlo, avrebbe quantomeno imparato qualcosa di nuovo per il proprio lavoro.

Un cambiamento miracoloso

Sorprendentemente, dopo solo pochi giorni passati a fare gli esercizi, il dolore al petto del signor Xuyen si è alleviato e poteva di nuovo respirare normalmente: era come se il suo corpo venisse gradualmente ripulito e rigenerato, racconta.

Questo miracolo lo ha spinto a studiare a fondo lo Zhuan Falun; le verità spirituali di questo libro lo hanno profondamente impressionato: era la prima volta che leggeva un libro incentrato sull’insegnare alle persone a migliorarsi sulla via verso l’illuminazione spirituale, elevando il proprio carattere morale: sincerità, compassione e tolleranza erano valori che risuonarono profondamente nel signor Xuyen.

Xuyen ha iniziato a leggere il libro e a praticare gli esercizi tutti i giorni, sperimentando un cambiamento radicale. Sorprendentemente, il suo corpo ha subito una completa trasformazione e, a livello mentale, ha smesso di rimuginare sulla propria malattia, abbracciando uno stato più ottimista.

Il signor Quynh Xuyen mentre legge lo Zhuan Falun, il libro principale degli insegnamenti della Falun Dafa.

Nonostante in passato il signor Xuyen si considerasse già una brava persona, soprattutto perché svolgeva con grande cura i propri compiti a lavoro, molte persone hanno notato il cambiamento del suo carattere e della sua salute dopo che aveva iniziato a praticare la Falun Dafa.

Ad esempio, nell’accademia vigeva l’usanza che gli studenti facessero ‘regali’ in denaro ai propri istruttori in segno di riconoscenza. Come praticante della Falun Dafa, ha capito che non andava bene prendere questo denaro e quindi ha smesso di accettarlo.

Quando i colleghi del signor Xuyen hanno saputo di questo fatto, hanno detto che si trattava di una decisione moralmente retta. Così hanno deciso di raccomandare il loro collega al capo dell’accademia per un encomio, ma il signor Xuyen ha detto loro che non era necessario perché aveva fatto solo quello che era giusto.

Il signor Quynh Xuyen ha smesso di accettare regali in denaro dai suoi studenti e ha restituito tutti i soldi che gli avevano dato in passato.

Poi, tre mesi dopo aver iniziato a praticare la Falun Dafa, un parente ha voluto dare a Xuyen 15 milioni di Vietnam dong (650 euro) perché lo aiutasse a trovare un lavoro. Ma il signor Xuyen gli ha risposto: «Ti aiuterò sicuramente, ma per favore non è necessario che mi paghi. Non ho bisogno di nulla in cambio». E così lo ha effettivamente aiutato a trovare un buon lavoro.

Quando la famiglia del fratello del signor Xuyen ha saputo di questo fatto, non riusciva a comprendere perché avesse rifiutato i soldi. Così, Xuyen ha raccontato loro alcune storie su altri praticanti della Falun Dafa che aiutavano il prossimo senza alcun pensiero di ricompensa o riconoscimento, spiegando come lo Zhuan Falun insegni bontà incondizionata verso gli altri, donando se stessi liberamente, motivati solamente dalla compassione. Sentendo questo, tutta la famiglia del fratello del signor Xuyen è rimasta talmente toccata da convincersi che la Falun Dafa è un grande insegnamento, e in seguito hanno iniziato a praticarla loro stessi di propria iniziativa.

Il signor Quynh Xuyen regala ai suoi studenti origami dei fiori di loto della Falun Dafa dopo aver parlato loro di questa pratica tradizionale cinese per la mente e il corpo.

Equivoci risolti

Praticando la Falun Dafa, la mente del signor Xuyen, racconta lui stesso, è diventata serena, ha sviluppato maggiore chiarezza su ciò che è giusto e ciò che è sbagliato e ha conquistato la capacità di rimanere umile nonostante la fama e gli onori delle competizioni di arti marziali.

Tuttavia, le informazioni false e fuorvianti diffuse dal regime cinese durante la campagna di persecuzione contro il Falun Gong, hanno fatto sì che molti degli amici e colleghi del signor Xuyen sviluppassero un’incomprensione verso la pratica.

La Falun Dafa è una pratica di scuola buddista con una lunga storia. Prima del 1992 – anno in cui è stata resa pubblica dal fondatore, il signor Li Hongzhi – la disciplina del Falun Gong veniva insegnata solamente in privato, in Cina. In seguito, grazie agli straordinari effetti dimostrati nel migliorare la salute delle persone e il loro carattere morale, la pratica si è diffusa rapidamente in tutto il Paese tramite il passaparola. Sfortunatamente, nel 1999 la grande popolarità raggiunta dalla pratica l’ha fatta diventare il bersaglio di una spietata persecuzione.

Anche se i praticanti della Falun Dafa si impegnavano solo ad essere delle brave persone, seguendo i principi di verità, compassione e tolleranza, il regime cinese ha continuato a diffamarli con una campagna di propaganda nazionale per giustificare la persecuzione statale, e ha addirittura fatto imprigionare e torturare innumerevoli praticanti al fine di costringerli a rinunciare alle loro convinzioni.

Nonostante diverse indagini abbiano raccolto le prove di come i prigionieri di coscienza della Falun Dafa abbiano subito addirittura il prelievo forzato di organi per alimentare l’industria lucrativa dei trapianti in Cina, dopo 19 anni la persecuzione è ancora in atto.

La disinformazione sul Falun Gong è stata diffusa in maniera cosi ampia da raggiungere il Vietnam, portando molte persone, tra cui i colleghi del signor Xuyen, a dei malintesi sulla disciplina: infatti, un giorno Xuyen è stato all’improvviso segnalato dal proprio ufficio ai dirigenti per aver parlato della Falun Dafa.

Nonostante abbia avvertito una grande pressione, il signor Xuyen è riuscito a conservare la propria calma, perché sapeva di non aver fatto nulla di sbagliato: aveva solo condiviso sinceramente la propria comprensione con i suoi colleghi, sperando che potessero comprendere la bontà della Falun Dafa e l’inganno e la brutalità della persecuzione.

Alla fine, uno dei colonnelli ha voluto incontrarlo e ha ascoltato tranquillamente quello che aveva da dire. Di conseguenza, il superiore del signor Xuyen è arrivato a capire che la Falun Dafa è una buona pratica che porta benefici alle persone.

Il signor Xuyen mentre pratica l’esercizio di meditazione della Falun Dafa.

Da quando si è ritirato dall’accademia, il signor Xuyen ama far conoscere a più persone la verità sulla Falun Dafa e su come abbia portato benefici a lui e alla sua famiglia.

Il signor Xuyen ha espresso la speranza che più persone capiscano la bellezza della Falun Dafa e abbiano la possibilità di sperimentare i suoi profondi benefici, proprio come è capitato a lui e ai suoi cari.

 

Articolo in inglese: Martial Artist Felled by Illness Finds Unexpected Cure

 
 
 

La Germania verrà in soccorso della Cina?

La Germania verrà in soccorso della Cina?
Mentre a Londra si è discusso del futuro della Nato, l'avvenire della stessa eurozona rimane invece poco chiaro, ...
Leggi >
 

Spia cinese diserta e rivela operazioni segrete

Spia cinese diserta e rivela operazioni segrete
Lo si sapeva già, ma ora c'è la confessione: un'ex spia dell'intelligence militare cinese, rifugiatasi in Australia, ha ...
Leggi >
 

Trump, il taglio della burocrazia e il boom dell’economia americana

Trump, il taglio della burocrazia e il boom dell’economia americana
Il 6 dicembre Donald Trump e il vicepresidente americano Mike Pence hanno presieduto una tavola rotonda per discutere ...
Leggi >
 

Le tensioni tra Italia e Cina su Hong Kong

Le tensioni tra Italia e Cina su Hong Kong
Cresce la tensione tra Roma e Pechino, dopo che l’Ambasciata cinese in Italia ha criticato pubblicamente alcuni parlamentari ...
Leggi >