Boris Johnson: nuova variante del virus fino al 70% più trasmissibile

Di Lily Zhou

La nuova variante del virus del Pcc recentemente osservata in Inghilterra sta diventando ‘dominante’ in termini di trasmissione: ad annunciarlo Patrick Vallance, capo consigliere scientifico del governo britannico. Mentre il primo ministro Boris Johnson ha sottolineato che la variante potrebbe essere fino al 70 per cento più trasmissibile, e ha perciò annunciato nuove restrizioni per il periodo natalizio.

Sabato pomeriggio, durante una conferenza stampa televisiva, Johnson ha dichiarato che il New and Emerging Respiratory Virus Threats Advisory Group (Nervtag) ha analizzato la nuova variante negli ultimi giorni: «Le prime analisi del Nervtag suggeriscono che la nuova variante potrebbe incrementare l’indice di contagio Rt di 0,4 punti o più. Anche se c’è una considerevole incertezza, potrebbe essere fino al 70% più trasmissibile della vecchia variante. […] Questi sono dati preliminari e sono soggetti a revisione. Ma è il meglio che abbiamo al momento».

Il premier ha poi elogiato le «grandi capacità di sequenziamento genomico» del Regno Unito nell’identificare nuovi ceppi del virus. Aggiungendo che il capo dell’autorità sanitaria dell’Inghilterra, Chris Whitty, ha già comunicato all’Oms le ultime scoperte e continuerà a dirigere gli studi sulla nuova variante.

«Non ci sono prove che suggeriscano che sia più letale o che causi malattie più gravi – ha continuato Johnson – E allo stesso modo, non ci sono prove che suggeriscano che il vaccino sarà meno efficace contro la nuova variante».

Durante la stessa conferenza, il dottor Vallance ha informato la nazione che gli studi genetici, gli studi di frequenza e gli studi di laboratorio suggeriscono tutti che questo virus abbia una trasmissibilità notevolmente più alta: «Questa nuova variante, non solo si muove velocemente, ma ha una maggiore capacità di trasmissione».

Il capo consigliere scientifico ha anche specificato che «la nuova variante sembra essere emersa per la prima volta verso metà settembre a Londra o a Kent», e che «sta diventando la variante dominante, sta battendo tutte le altre in termini di trasmissione». Inoltre, Vallance ha riferito che la nuova variante contiene 23 diverse mutazioni, che è un numero insolitamente alto.

Alla luce di queste novità, Johnson ha annunciato che le parti dell’Inghilterra più colpite da questa nuova variante saranno messe in un nuovo livello di emergenza (il livello numero 4) a partire da domenica, e le restrizioni in questo livello saranno sostanzialmente equivalenti a quelle applicate in Inghilterra durante il lockdown di novembre.

Inoltre, con tale annuncio il premier britannico ha annullato anche l’allentamento delle restrizioni previsto per il periodo natalizio: «In Inghilterra, coloro che vivono in zone di livello 4 non dovrebbero mescolarsi con nessuno al di fuori della propria famiglia a Natale. In tutto il resto del Paese, le regole natalizie che permettono a tre famiglie di riunirsi saranno ora limitate al solo giorno di Natale invece che ai cinque giorni precedentemente stabiliti».

 

Articolo in inglese: New Virus Variant in England up to 70 Percent More Transmissible: Boris Johnson

 
 
 

È ufficiale, il governo Conte si è dimesso, al via le consultazioni

È ufficiale, il governo Conte si è dimesso, al via le consultazioni
Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto questa mattina al Quirinale il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ...
Leggi >
 

Oltre 78.000 utenti Facebook e Instagram rimossi per contenuti QAnon e norme sulla «militarizzazione»

Oltre 78.000 utenti Facebook e Instagram rimossi per contenuti QAnon e norme sulla «militarizzazione»
Da agosto 2020 Facebook ha rimosso più di 78.000 profili tra Facebook e Instagram, che pubblicavano contenuti su ...
Leggi >
 

Ex capo della polizia di frontiera: in poche ore Biden ha reso l’America meno sicura

Ex capo della polizia di frontiera: in poche ore Biden ha reso l’America meno sicura
In poche ore, Biden ha reso l'America meno sicura. Lo sostiene l'ex commissario statunitense per le dogane e la ...
Leggi >
 

L’Oms cambia i criteri di lettura dei test Covid per ridurre i falsi positivi

L’Oms cambia i criteri di lettura dei test Covid per ridurre i falsi positivi
L’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) ha avvisato gli esperti di non basarsi unicamente sui risultati dei test molecolari ...
Leggi >