Cina, a dicembre morti 19 accademici di alto livello dei principali enti

Di Anna Zhang e Lynn Xu

A dicembre, 19 esperti delle principali accademie cinesi, l’Accademia cinese delle scienze (Cas) e l’Accademia cinese di ingegneria (Cae), sono morti per una «malattia» non specificata. Il tasso è sei volte superiore al numero medio di decessi negli anni passati.

I rapporti ufficiali evitano di menzionare la causa di queste morti, probabilmente nel tentativo di coprire le morti causate da Covid-19.

Ma Airfinity, un’agenzia di analisi dei dati sanitari con sede nel Regno Unito, il ​​30 dicembre ha affermato che circa 11 mila persone in Cina muoiono ogni giorno a causa del Covid.

Secondo i necrologi pubblicati dai media ufficiali cinesi, nei 12 giorni dal 15 al 26 dicembre, 13 membri del Cae sono deceduti a causa di «malattia»:

  • Zhao Zisen (91), esperto in comunicazioni in fibra ottica;
  • Tang Hongxiao (91), esperto in ingegneria ambientale e qualità dell’acqua;
  • Zhang Guocheng (91), esperto in fusione e separazione dei metalli delle terre rare;
  • Zhao Yijun (92), esperto in tecnologia laser;
  • Gu Zhenan (86), esperto in materiali metallici;
  • Long Yuqiu (96), esperto in ingegneria civile e meccanica strutturale;
  • Li Wenhua (90), esperto in ecologia e silvicoltura;
  • Wang Zhongqi (90), esperto in macchinari a girante termica;
  • Li Qingzhong (92), esperto in ingegneria petrolifera
  • Guan Zhaoye (93), architetto e professore all’Università Tsinghua;
  • Guan Qiao (87), specialista di saldatura per l’ingegneria della produzione aerospaziale;
  • Ma Jianzhang (86), scienziato della fauna selvatica;
  • Zhang Jinzhe (102), specialista in chirurgia pediatrica;

Sei membri del Cas sono deceduti il ​​6, 23 e 25 dicembre:

  • Lu Qiang (86), esperto cinese di controllo automatico e dinamica dei sistemi elettrici e professore all’Università Tsinghua;
  • Zhang Youshang (97), biochimico e biologo molecolare cinese;
  • Jiang Hualiang (57), ex direttore dell’Istituto di scienze farmaceutiche di Shanghai;
  • Wu Chengkang (93), un esperto di gasdinamica ad alta temperatura;
  • Tong Tanjun (88), un ricercatore medico;
  • Huang Kezhi (95), fisico e professore all’Università Tsinghua.

La maggior parte dei deceduti erano membri del Pcc, e alcuni provenivano da partiti di minoranza, come la Lega Democratica e la Jiu San Society, che sono riconosciuti perché sostengono esplicitamente il Pcc e ne riconoscevano la leadership.

Fattori politici, nella selezione degli accademici

Nel 2022, secondo statistiche incomplete, almeno 53 membri del Cas e del Cae sono deceduti.

Cas e Cae, conosciute come le Due Accademie, riuniscono scienziati ed esperti che possono servire il Partito Comunista Cinese (Pcc) e godere del privilegio di esserne membri a vita. Il sistema di selezione degli accademici riflette inevitabilmente fattori politici.

Xie Yong, vice caporedattore della rivista Huanghe nella provincia dello Shanxi, nel 2022 ha pubblicato un articolo sulla rivista internazionale Modern China Study, per definire le differenze tra i sistemi accademici sotto il dominio del Pcc e sotto la Repubblica di Cina.

Nel 1948, prima che il Pcc prendesse il potere, il modo in cui la Repubblica di Cina selezionava i membri dell’Academia Sinica, l’attuale accademia nazionale, era basato sull’unico principio del successo accademico.

Xie scrive che gli accademici venivano nominati dalle principali università, istituti di ricerca, società professionali e celebrità rispettate della comunità accademica. Quindi, i candidati erano tutti studiosi di prima classe in quel momento. Anche Guo Moruo e Ma Yinchu, entrambi filo-comunisti nella loro posizione politica, sono stati eletti come accademici.

Al contrario, i metodi di selezione Cas nel 1955, allora controllati dal Pcc, includevano considerazioni politiche nei criteri di selezione. Per gli accademici delle scienze sociali, i candidati dovevano sostenere il socialismo e il Partito Comunista.

A quel tempo, tutti gli ex membri dell’Academia Sinica che non avevano lasciato la Cina continentale nel 1949, l’anno in cui il Pcc prese il potere, divennero sostanzialmente membri del Cas.

Tuttavia, Hu Xianfu, un famoso biologo dell’epoca, fu cancellato dalla lista perché le autorità del Pcc pensavano che le sue opinioni accademiche fossero antisovietiche.

Hu soffrì poi fisicamente e mentalmente durante la Rivoluzione Culturale, e alla fine morì nel 1968 all’età di 75 anni in una stanza di 10 metri quadrati.

Durante la Rivoluzione Culturale, molti accademici furono etichettati come autorità accademiche reazionarie e furono duramente criticati e persino perseguitati a morte.

 

Articolo in inglese: 9 Senior Experts of China’s Top Academic Bodies Died in December

NEWSLETTER
*Epoch Times Italia*
 
 
 

Covid Cina, impennata delle assunzioni nelle pompe funebri

Covid Cina, impennata delle assunzioni nelle pompe funebri
Durante la grave epidemia di Covid-19, le pompe funebri in Cina hanno reclutato attivamente nuovi dipendenti e personale ...
Leggi >
 

È finita, la Cina non potrà più superare economicamente gli Stati Uniti

È finita, la Cina non potrà più superare economicamente gli Stati Uniti
La Cina, il Paese più popoloso del mondo, ha raggiunto un punto di svolta nella storia poiché ha ...
Leggi >
 

Praticanti del Falun Gong lanciano un messaggio alla parata di New York

Praticanti del Falun Gong lanciano un messaggio alla parata di New York
NEW YORK - La parata per il Capodanno lunare dei praticanti del Falun Gong organizzata il 21 gennaio ...
Leggi >
 

La produzione cinese diminuirà drasticamente

La produzione cinese diminuirà drasticamente
La Cina è da sempre considerata un importante Paese manifatturiero, che svolge un ruolo centrale nella divisione industriale ...
Leggi >