Cinesi e stranieri in crisi, cercano di sopravvivere al lockdown assoluto di Shanghai

Di Alex Wu

Il lockdown per il Covid-19 di Shanghai è in atto da più di due settimane in alcune parti della città.

Come i residenti cinesi, anche i residenti stranieri stanno affrontando una situazione difficile mentre lottano per l’accesso al cibo e alle cure mediche.

Varie parti della città sono state bloccate a marzo e poi il 3 aprile è stato annunciato un lockdown totale in tutta la città.

Da allora, secondo alcune segnalazioni, dei residenti della città di 25 milioni di persone hanno finito il cibo e l’acqua.

Un residente di Shanghai di nome Luo ha raccontato a Epoch Times i problemi degli stranieri in città. Per esempio, se non conoscono il cinese, è difficile per loro trovare prodotti, anche online: «Anche Xu Xin, il magnate degli investimenti di Shanghai, deve chiedere aiuto per ottenere pane online. E gli stranieri?».

Il sudcoreano Yoo Jae Youn era un dirigente delle vendite di Samsung Sdi in Cina, parte del gruppo Samsung Electronics, ed è andato a Shanghai per avviare un’attività in proprio. È uno dei relativamente fortunati in isolamento, poiché comprende bene il cinese, quindi a volte può «scambiare merci» con i vicini della comunità: «Di recente ho detto in una chat di gruppo sui social media che ho bisogno dell’aglio e il vicino mi ha chiesto di portare del riso bianco in cambio».

Ha affermato che su alcune piattaforme social, molti dipendenti delle aziende sudcoreane in Cina sono «molto arrabbiati» e si lamentano della politica di lockdown delle autorità cinesi.

Studenti isolati

Il media sudcoreano Ytn ha riferito l’11 aprile che ci sono circa 400 mila stranieri a Shanghai. Tra questi, si stima che dai 150 ai 300 studenti sudcoreani vivano da soli e hanno riferito che si sentono isolati e impotenti e che è difficile per loro trovare cibo. Gli studenti hanno spiegato che i servizi di consegna di cibo locali erano quasi paralizzati. Le autorità locali hanno distribuito alcune forniture pubbliche di emergenza, come verdure crude, a pagamento, ma gli studenti non potevano cucinare negli alloggi in affitto. Sono quindi anche ricorsi allo scambio delle verdure che erano state date loro, con acqua o spaghetti istantanei, il tutto nella loro unica ora d’aria: quando, cioè, venivano portati a fare il tampone in massa.

Secondo Yoo, la situazione degli studenti è molto difficile: «Piangono ogni giorno e non hanno niente da mangiare. Quando vengono a Shanghai, di solito non parlano cinese e di solito non cucinano da soli. Quindi l’approvvigionamento alimentare razionato del governo cinese è inutile per loro, poiché sono tutte verdure crude».

Il 10 aprile è stato annunciato che Shanghai avrebbe implementato misure di controllo differenziate con blocchi continui, ma variabili per ciascuna comunità, da sette a 21 giorni. Il 12 aprile, almeno 15 milioni di residenti erano ancora rinchiusi nelle loro case.

Il consolato generale francese a Shanghai e altri 24 Paesi hanno inviato di recente lettere congiuntamente al governo municipale di Shanghai, presentando sei richieste per garantire che i diritti fondamentali dei loro cittadini fossero rispettati durante il lockdown.

L’11 aprile, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha chiesto a tutto il personale non essenziale e ai loro familiari del Consolato degli Stati Uniti a Shanghai di evacuare, a causa dell’epidemia di Covid-19 e del lockdown.

 

Articolo in inglese: Foreigners Are Struggling to Survive Shanghai Lockdown

NEWSLETTER
*Epoch Times Italia*
 
 
 

L’eredità di Jiang Zemin, solo crimini e corruzione

L’eredità di Jiang Zemin, solo crimini e corruzione
Jiang Zemin, ex leader del Partito Comunista Cinese (Pcc), è morto di malattia a Shanghai il 30 novembre ...
Leggi >
 

Il silenzio di Biden sulle proteste in Cina è assordante

Il silenzio di Biden sulle proteste in Cina è assordante
L’autore dell’articolo, Stu Cvrk, si è ritirato come capitano dopo aver prestato servizio per 30 anni nella Marina ...
Leggi >
 

Musk: tagliare i tassi «immediatamente» per evitare recessione «grave»

Musk: tagliare i tassi «immediatamente» per evitare recessione «grave»
Elon Musk sostiene che invece di inasprire ulteriormente le politiche monetarie, la Federal Reserve dovrebbe «immediatamente» abbassare i tassi ...
Leggi >
 

Muore Jiang Zemin, il dittatore cinese colpevole del più colossale genocidio della Storia (Video)

Muore Jiang Zemin, il dittatore cinese colpevole del più colossale genocidio della Storia (Video)
Brutale e sanguinario dittatore e capo del Partito Comunista Cinese dal 1993 al 2003, è morto per cause ...
Leggi >