Corte Suprema Pennsylvania ordina: non contare voti non datati

Di Mimì Nguyen Ly

Con il sopraggiungere delle elezioni dell’8 novembre, la Corte Suprema della Pennsylvania ha ordinato alle contee di non contare le schede che si trovano in buste non datate o datate in modo errato. La Corte si è quindi schierata a favore dei gruppi repubblicani nazionali e statali in una causa intentata poco più di due settimane fa.

«Alle commissioni elettorali della contea della Pennsylvania è ordinato di astenersi dal contare eventuali schede elettorali per corrispondenza e per posta ricevute per le elezioni generali dell’8 novembre 2022 che siano contenute in buste esterne non datate o datate in modo errato», ha affermato la Corte nella sua ordinanza.

«Con la presente direttiva ordiniamo che i consigli elettorali della contea della Pennsylvania segreghino e conservino tutte le schede contenute in buste esterne non datate o datate in modo errato».

I giudici della corte sono stati divisi 3–3 sul fatto che il mancato conteggio di queste schede violasse la sezione 52 10101 (a) (2) (B) del codice statunitense 52, una disposizione di voto ai sensi del Civil Rights Act del 1964.

La disposizione afferma che «nessuna persona che agisce ai sensi della legge può negare il diritto di qualsiasi individuo di votare in qualsiasi elezione a causa di un errore o omissione in qualsiasi atto o documento relativo a qualsiasi domanda, registrazione o altro atto richiesto per votare, se tale errore o omissione non è rilevante per determinare se tale individuo è qualificato secondo la legge statale per votare in tali elezioni».

Il presidente della Corte Suprema Debra Todd e i giudici Christine Donohue e David Wecht, tutti democratici, ritenevano che l’annullamento di schede elettorali in base alla richiesta di una data costituirebbe una violazione della legge federale, secondo l’ordinanza del tribunale. Invece il giudice Kevin Dougherty, un democratico, e i giudici Sallie Updyke Mundy e Kevin Brobson, entrambi repubblicani, non hanno ritenuto vi fosse alcuna violazione della legge federale. La Corte ha un membro in meno dopo la morte del giudice supremo Max Baer a settembre.

La Corte aveva affermato che le motivazioni della sentenza sarebbero venute «a seguire».

I repubblicani avevano chiesto una revisione accelerata

L’ultima decisione del tribunale arriva dopo che il Republican National Committee (Rnc), il National Republican Congressional Committee (Nrcc) e il Partito Repubblicano della Pennsylvania, a ottobre si sono uniti per intentare una causa per bloccare il conteggio delle schede elettorali per corrispondenza non datate e delle schede per assente, anche quando ricevute in tempo.

In una petizione, il gruppo ha chiesto una revisione accelerata, che richiede al tribunale di utilizzare il suo potere speciale per bypassare i tribunali inferiori nell’affrontare il caso. Il 21 ottobre il tribunale ha accolto la richiesta, mossa che ha riconosciuto la questione come urgente e importante.

I funzionari del Dipartimento di Stato della Pennsylvania hanno affermato che la legge statale tra il 1945 e il 1968 aveva ordinato alle contee di mettere da parte le schede elettorali per corrispondenza quando la data sulla busta risultava successiva al giorno delle elezioni. Ma nel 1968, la legge statale è stata modificata, con l’eliminazione di una sezione della legge che richiedeva alle contee di mettere da parte le schede elettorali in base alla data sulla busta di ritorno.

I repubblicani hanno chiesto ai giudici di pronunciarsi sulla linea della legge della Pennsylvania, che afferma che un elettore assente o per corrispondenza «deve compilare, datare e firmare la dichiarazione» stampata sulla busta esterna della scheda elettorale. Hanno affermato che anche se la corte non ordinasse alle contee di eliminare le schede non datate o non correttamente datate, dovrebbe almeno ordinare alle contee di separare le schede.

Prima dell’ultima battaglia legale, a maggio un giudice della Pennsylvania in ricorso alla 3a Corte d’Appello del Circuito degli Stati Uniti aveva stabilito che avere le date sulla busta di ritorno non è obbligatorio e che le schede elettorali per corrispondenza senza la data dovevano essere contate.

La sentenza è stata accolta favorevolmente dai Democratici, compreso il Dipartimento di Stato della Pennsylvania sotto l’amministrazione del governatore Tom Wolf, un democratico, che ha immediatamente modificato la sua guida non vincolante scrivendo che le contee dovrebbero contare le schede senza data.

Ma la Corte Suprema degli Stati Uniti in ottobre ha reso vacante la decisione della Corte d’appello e ha respinto il caso in quanto discutibile.

La legge dello Stato della Pennsylvania richiede che gli elettori scrivano a mano una data sulla busta esterna quando inviano le schede elettorali per posta. Tuttavia, la data che è scritta a mano sulla busta non viene utilizzata per verificare se una scheda è stata ricevuta in tempo per le elezioni, perché le schede dovrebbero essere contrassegnate dall’ora quando arrivano agli uffici della contea.

 

Articolo in inglese: Pennsylvania Supreme Court Orders Undated, Wrongly Dated Ballots to Not Be Counted

NEWSLETTER
*Epoch Times Italia*
 
 
 

L’eredità di Jiang Zemin, solo crimini e corruzione

L’eredità di Jiang Zemin, solo crimini e corruzione
Jiang Zemin, ex leader del Partito Comunista Cinese (Pcc), è morto di malattia a Shanghai il 30 novembre ...
Leggi >
 

Il silenzio di Biden sulle proteste in Cina è assordante

Il silenzio di Biden sulle proteste in Cina è assordante
L’autore dell’articolo, Stu Cvrk, si è ritirato come capitano dopo aver prestato servizio per 30 anni nella Marina ...
Leggi >
 

Musk: tagliare i tassi «immediatamente» per evitare recessione «grave»

Musk: tagliare i tassi «immediatamente» per evitare recessione «grave»
Elon Musk sostiene che invece di inasprire ulteriormente le politiche monetarie, la Federal Reserve dovrebbe «immediatamente» abbassare i tassi ...
Leggi >
 

Muore Jiang Zemin, il dittatore cinese colpevole del più colossale genocidio della Storia (Video)

Muore Jiang Zemin, il dittatore cinese colpevole del più colossale genocidio della Storia (Video)
Brutale e sanguinario dittatore e capo del Partito Comunista Cinese dal 1993 al 2003, è morto per cause ...
Leggi >