Desmond Doss, il soldato che salvò 75 vite senza mai impugnare un arma

Di Michael Wing

Gli eroi veri, raramente sono come appaiano nei film. Spesso non amano la luce dei riflettori, e sono piuttosto degli ottimi padri o madri, che svolgono tranquillamente il proprio ruolo; sono quel genere di persone che non hanno nulla, ma continuano ad essere felici, coloro che si sacrificano in silenzio per il bene degli altri.

Desmond Doss è stato un eroe durante la Seconda Guerra Mondiale, sebbene si sia rifiutato di combattere o addirittura di portare con sé armi da fuoco. Classificato come ‘obiettore di coscienza’, Doss si è arruolato durante le selezioni dell’aprile 1942, e sebbene abbia sempre rifiutato di portare con sé delle armi, alla fine è stato insignito della più alta onorificenza militare statunitense, la Medal of Honor, per le sue gesta durante la battaglia di Hacksaw Ridge, presso Okinawa, dove gli è stato riconosciuto il merito di aver salvato la vita di 75 uomini.

Doss era un devoto della chiesa cristiana avventista e la sua fede nel sesto comandamento, «non uccidere», lo ha sempre trattenuto dal combattere. Così scelse di diventare medico di campo.

Quando venne arruolato, aveva appena 23 anni e sposò la sua ragazza poco prima di entrare in servizio.

Lo stato di ‘obiettore di coscienza’ era riconosciuto a coloro che si opponevano ai combattimenti per motivi morali o religiosi. Dunque il loro diritto di rispettare la propria fede e non combattere era tutelato negli Stati Uniti. Tuttavia, durante l’addestramento Doss ha dovuto subire molti soprusi da parte degli altri soldati per via della sua fede, in particolare per il suo rifiuto di utilizzare le armi; in seguito affermò che anche il solo pensiero di uccidere lo terrorizzava. Per esempio, un suo superiore una volta ha persino cercato di congedarlo come malato mentale, secondo il New York Times.

Ma quando Doss venne inviato a Guam e nelle Filippine, dove servì il suo Paese come medico di campo, ottenne addirittura una Stella di bronzo per il suo eroismo.

Battaglia di Okinawa (©Shutterstock | Everett Historical)

Tuttavia, il giorno più memorabile del suo servizio fu il 5 maggio 1945, durante la battaglia di Okinawa. Doss scalò insieme ai suoi commilitoni un’imponente scogliera alta 120 metri, soprannominata Hacksaw Ridge, ma una volta in cima i giapponesi iniziarono ad aprire il fuoco su di loro con mitragliatrici e lanciafiamme. Sembrava non ci fosse via di scampo. A quel punto Doss, invece di mettersi al riparo, soccorse i feriti, li trasportò sino all’estremità della scogliera e li calò giù uno alla volta, servendosi di una barella di fortuna legata al tronco di un albero.

Alla fine, illeso, scese anche lui nell’accampamento americano adoperando lo stesso sistema.

Sebbene gli venne attribuito il merito di aver salvato oltre 75 uomini, Doss ha dichiarato che il numero reale era più vicino ai 50.

Nelle settimane successive Doss venne ferito alle gambe da una granata in un’altra battaglia, dove dimostrò grande eroismo, mettendo le necessità degli altri prima delle proprie.

Alla fine Doss venne insignito della Medal of Honor dal presidente Harry Truman in persona, il 12 ottobre 1945, per il coraggio dimostrato durante la battaglia di Okinawa.

There will be two markers honoring Desmond T. Doss; one at Monument Terrace and a state highway marker.

ABC 13 – WSET 发布于 2017年5月19日周五

Sulla targa della medaglia sono incise le seguenti parole: «Grazie al suo indomito coraggio e alla ferma risolutezza in condizioni estremamente pericolose, Doss ha salvato la vita di molti soldati. Il suo nome è diventato simbolo di straordinaria magnanimità nella 77esima divisione di fanteria, andata ben oltre i propri doveri».

Una volta tornato in patria Doss si è dedicato interamente ai lavori ecclesiastici, anche perché non era più in grado di lavorare normalmente per via delle sue condizioni fisiche.

L’eroico obiettore di coscienza, premiato con la Medal of Honor, si è spento a causa di problemi respiratori nel marzo del 2006, all’età di 86 anni.

Nel 2016 Mel Gibson, in qualità di regista, ha realizzato un toccante film ispirato alla storia di Desmond Doss, candidato a sei premi oscar: La battaglia di Hacksaw Ridge.

 

Articolo in inglese: Soldier Who Refused to Carry a Weapon Saves the Lives of 75 Men–Presented With Medal of Honor

Articoli correlati:

 

 
 
 

Crisi governo, taglio dei parlamentari e poi subito voto: si può fare?

Crisi governo, taglio dei parlamentari e poi subito voto: si può fare?
Il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha spiazzato tutti in settimana con la sua mossa di dire 'sì' alla ...
Leggi >
 

Caso Epstein, spariti i filmati delle telecamere di sorveglianza

Caso Epstein, spariti i filmati delle telecamere di sorveglianza
La controversa morte di Jeffrey Epstein per presunto suicidio ha fatto sorgere ulteriori e più profonde domande su come sia potuto ...
Leggi >
 

Trump: «La Cina sta spostando truppe verso il confine con Hong Kong»

Trump: «La Cina sta spostando truppe verso il confine con Hong Kong»
Il presidente americano Donald Trump ha dichiarato il 13 agosto che – secondo le informazioni raccolte dai servizi ...
Leggi >
 

L’inquietante «suicidio» di Jeffrey Epstein non ferma la giustizia

L’inquietante «suicidio» di Jeffrey Epstein non ferma la giustizia
All'alba del 10 agosto le guardie penitenziarie del Metropolitan Correction Center di New York hanno rinvenuto nella sua ...
Leggi >