Documenti Biden, i repubblicani scettici sul procuratore speciale

Di Ryan Morgan

Il procuratore generale Merrick Garland ha annunciato la nomina di un procuratore speciale dopo che gli avvocati del presidente Biden hanno trovato documenti potenzialmente riservati nel suo ex ufficio al Penn Biden Center a novembre e nella sua casa del Deleware a dicembre.

La Casa Bianca di Biden ha rivelato lunedì il ritrovamento di documenti presso il Penn Biden Center e giovedì il ritrovamento di ulteriori documenti a casa sua.

Giovedì, Garland ha annunciato di aver nominato l’ex procuratore federale Robert Hur come procuratore speciale per indagare sui documenti scoperti a casa e nell’ufficio di Biden.

Diversi legislatori repubblicani avevano chiesto a Garland di nominare un consulente speciale in vista del suo annuncio di giovedì.

«Procuratore speciale», ha scritto mercoledì il senatore Josh Hawley (R-Mo.) tramite Twitter.

Poco prima dell’annuncio di Garland, il rappresentante Ronny Jackson (R-Texas) ha scritto su Twitter: «Mentre Biden stava inviando i suoi scagnozzi del Doj a fare irruzione nella casa del presidente Trump, aveva documenti altamente riservati nel suo garage. Nelle scatole accanto alla sua corvette!! Oltraggioso! È necessario un procuratore speciale ora!»

«Valutazione del danno»

Giovedì il presidente del comitato di intelligence della Camera Mike Turner (R-Ohio) ha chiesto alle agenzie di intelligence di condurre una «valutazione del danno» legato ai documenti potenzialmente classificati.

Turner ha anche invitato Garland e il direttore dell’intelligence nazionale Avril Haines a tenere un briefing: «La presenza di informazioni classificate in questi luoghi separati potrebbe implicare il presidente per la cattiva gestione, il potenziale uso improprio e l’esposizione di informazioni classificate».

Dopo la nomina del procuratore speciale, il consigliere speciale del presidente Richard Sauber ha affermato che i documenti probabilmente sono finiti per errore a casa e nell’ufficio di Biden.

Sauber ha affermato che Biden «prende sul serio le informazioni e i materiali riservati», aggiungendo: «Siamo fiduciosi che un’analisi approfondita dimostrerà che questi documenti sono stati inavvertitamente smarriti e il presidente e i suoi avvocati hanno agito prontamente dopo aver scoperto questo errore».

McCarthy afferma che il Congresso dovrebbe condurre le indagini

Giovedì, prima dell’annuncio di Garland, il presidente della Camera Kevin McCarthy (R-Calif.) ha dichiarato: «Penso che il Congresso debba indagare su questo».

Contraddicendo alcuni dei legislatori repubblicani che hanno chiesto un’indagine di un procuratore speciale, McCarthy ha sostenuto: «Non pensiamo che ci sia bisogno di un procuratore speciale».

Il presidente del comitato di supervisione della Camera James Comer (R-Ky.) ha affermato che i repubblicani alla Camera porteranno avanti le proprie indagini sui documenti classificati, indipendentemente dagli sforzi del consulente speciale: «Con o senza un procuratore speciale, il Comitato di supervisione e responsabilità della Camera indagherà sulla cattiva gestione dei documenti classificati da parte del presidente Biden e sugli sforzi della Palude per nascondere queste informazioni al popolo americano».

«La National Archives and Records Administration, la Casa Bianca e il Dipartimento di Giustizia erano a conoscenza dei documenti riservati nascosti in un armadio al Penn Biden Center prima delle elezioni, e ora abbiamo appreso che i documenti riservati conservati nel garage del presidente Biden erano stati trovati a dicembre».

«Ci sono molte domande sul motivo per cui l’amministrazione Biden ha tenuto segreta la questione al pubblico, su chi aveva accesso all’ufficio e alla residenza e su quali informazioni sono contenute in questi documenti riservati».

Alcuni repubblicani sono scettici sul procuratore speciale

Mentre alcuni repubblicani della Camera hanno segnalato che il Congresso avrebbe proseguito le proprie indagini sulla gestione dei documenti da parte di Biden, altri sembravano chiedersi se il consigliere speciale avrebbe ostacolato quegli sforzi repubblicani.

«E proprio così, tutto ciò che chiediamo sarà ‘sotto inchiesta’ a causa del consulente speciale nominato da Merrick Garland e non disponibile per gli investigatori repubblicani», ha scritto su Twitter la rappresentante Marjorie Taylor Greene (R-Ga.).

I commenti sulla questione fatti dal rappresentante Troy Nehls (R-Texas) hanno mostrato come alcuni legislatori repubblicani siano diventati diffidenti nei confronti dell’Fbi sotto la guida di Christopher Wray.

«Il consigliere speciale che l’Ag Merrick Garland ha appena nominato è l’ex assistente del direttore dell’Fbi Christopher Wray. Sono tutti d’accordo», ha scritto su Twitter il rappresentante Troy Nehls (R-Texas), a riguardo della nomina di Hur.

A novembre i repubblicani hanno pubblicato un rapporto di oltre 1.000 pagine in cui accusavano il Dipartimento di Giustizia e l’Fbi di utilizzare il proprio potere come arma politica.

Hur era l’ex avvocato americano nominato da Trump nel Maryland.

Secondo quanto riferito, Hur era uno stretto alleato dell’ex vice procuratore generale Rod Rosenstein, una figura chiave nelle indagini dell’Fbi sulle accuse di interferenza russa nelle elezioni statunitensi del 2016. Hur ha anche lavorato come consulente del direttore dell’Fbi Christopher Wray nel Dipartimento di Giustizia.

Hur ha però assicurato che svolgerà i suoi doveri senza pregiudizi: «Condurrò le indagini assegnate con un giudizio equo, imparziale e spassionato. Intendo seguire i fatti in modo rapido e completo, senza paura o favore e onorerò la fiducia riposta in me per svolgere questo servizio».

 

Articolo in inglese: Mixed Reaction From Republicans as Special Counsel Announced to Probe Biden’s Classified Documents

NEWSLETTER
*Epoch Times Italia*
 
 
 

Covid Cina, impennata delle assunzioni nelle pompe funebri

Covid Cina, impennata delle assunzioni nelle pompe funebri
Durante la grave epidemia di Covid-19, le pompe funebri in Cina hanno reclutato attivamente nuovi dipendenti e personale ...
Leggi >
 

È finita, la Cina non potrà più superare economicamente gli Stati Uniti

È finita, la Cina non potrà più superare economicamente gli Stati Uniti
La Cina, il Paese più popoloso del mondo, ha raggiunto un punto di svolta nella storia poiché ha ...
Leggi >
 

Praticanti del Falun Gong lanciano un messaggio alla parata di New York

Praticanti del Falun Gong lanciano un messaggio alla parata di New York
NEW YORK - La parata per il Capodanno lunare dei praticanti del Falun Gong organizzata il 21 gennaio ...
Leggi >
 

La produzione cinese diminuirà drasticamente

La produzione cinese diminuirà drasticamente
La Cina è da sempre considerata un importante Paese manifatturiero, che svolge un ruolo centrale nella divisione industriale ...
Leggi >