Email: Joe e Hunter Biden si incontravano spesso al ritorno del figlio dall’estero

Di Frank Fang

Dopo essere tornato a casa da viaggi all’estero per affari, Hunter Biden ha tenuto diversi colloqui con suo padre, tra il 2008 e il 2016. È quanto emerge dai dati del laptop abbandonato dal giovane Biden.

Il 16 luglio il New York Post ha riferito che almeno 30 di questi colloqui hanno avuto luogo, sulla base di un calendario personale sul laptop. Gli incontri si sarebbero svolti alla Casa Bianca o nella residenza del vicepresidente presso l’Osservatorio navale degli Stati Uniti.

Il presidente Joe Biden aveva più volte assicurato che i due non avessero mai parlato dei rapporti commerciali di Hunter, che includevano transazioni con enti e individui in Paesi come Russia e Cina.

Uno dei colloqui sarebbe avvenuto nel febbraio 2012, quando il giovane Biden ha incontrato il padre all’Osservatorio Navale. L’incontro sarebbe avvenuto quattro giorni dopo che Hunter aveva bevuto e mangiato con oligarchi miliardari a Mosca.

Nel novembre 2015, Hunter Biden ha incontrato di nuovo suo padre all’Osservatorio navale, due giorni dopo essere tornato a casa da un viaggio in Romania.

Il 15 aprile 2016, Hunter Biden ha incontrato Daniel Kablan Duncan, che all’epoca era il primo ministro della Costa d’Avorio. Meno di un’ora dopo l’incontro, il giovane Biden ha incontrato il padre all’Osservatorio Navale.

La deputata presidente della conferenza repubblicana della Camera Elise Stefanik (Rn.Y) ha dichiarato al Ny Post che l’ultima scoperta costituisce un’ulteriore prova di corruzione: «Non passa giorno senza un’altra rivelazione su quanto sia intimamente coinvolto Joe Biden con i corrotti affari esteri di suo figlio Hunter Biden. Il fatto che Joe fosse in riunione con alti leader stranieri per conto di Hunter e dei suoi soci in affari mentre era vicepresidente, dimostra ulteriormente che Joe ha mentito al popolo americano».

Cory Mills, candidata alla nomina repubblicana per rappresentare il 7° distretto congressuale della Florida alle elezioni di medio termine, ha affermato che i risultati del Post giustificano un’azione legale contro i Biden: «Hunter Biden dovrebbe essere arrestato e Joe Biden messo sotto accusa», ha scritto su Twitter.

Il calendario del laptop mostrava anche che Eric Schwerin, l’ex presidente della società di investimento Rosemont Seneca Partners di Hunter Biden, ora disciolta, ha ricevuto un invito a 21 dei 30 incontri tra Hunter Biden e suo padre.

Ad aprile, Epoch Times ha riferito che Schwerin ha visitato la Casa Bianca almeno 19 volte dal 2009 al 2015, in base a un esame dei registri dei visitatori della Casa Bianca. Uno degli incontri si è svolto nell’ala ovest il 17 novembre 2010.

Biden ha parlato con Hunter degli affari in Cina, rivela la segreteria telefonica

Il Post ha anche rivelato che Hunter Biden aveva organizzato un incontro tra suo padre e Andrés Pastrana Arango, l’ex presidente della Colombia, il 2 marzo 2012.

Secondo quanto riportato dal Post, prima dell’incontro di marzo 2012, Hunter Biden e i suoi partner di Rosemont Seneca Partners stavano cercando affari con la società di costruzioni brasiliana Oas, secondo le e-mail dal laptop. L’azienda brasiliana era interessata a diversi progetti in Colombia all’epoca, tra cui una centrale idroelettrica del valore di 1,8 miliardi di dollari e un progetto di ristrutturazione di una metropolitana a Bogotà del valore di 3 miliardi di dollari.

«Se funziona, saremo tutti ricchi», scriveva Schwerin a Hunter Biden in un’e-mail nell’agosto 2011. Le e-mail descrivevano Hunter Biden in viaggio a Bogotà nel novembre 2011.

Non è chiaro se Oas abbia ottenuto qualcuno dei progetti a cui l’azienda era interessata.

Alla fine, l’Oas è stata coinvolta in uno scandalo di corruzione del governo brasiliano e ha accettato di pagare un totale di 1,92 miliardi di reais brasiliani (461 milioni di dollari) entro il 2047, come parte di un accordo di clemenza che la società ha firmato con il governo federale brasiliano nel 2019, secondo Reuters.

I funzionari della Casa Bianca non hanno risposto a una richiesta di commento in tempo utile.

Di recente, il leader della minoranza della Camera Kevin McCarthy (R-Calif.), Rep. Jim Jordan (R-Ohio) e Rep. James Comer (R-Ky.) hanno scritto un editoriale pubblicato dal Post che indagheranno sui rapporti d’affari di Biden se i repubblicani riprenderanno la Camera dopo le elezioni di medio termine del 2022: «Contrariamente alla dichiarazione di Joe Biden secondo cui non ha mai parlato con Hunter dei suoi rapporti d’affari con l’estero, i soci affermano che era pienamente consapevole dei rapporti d’affari e dello spaccio di influenza della sua famiglia», hanno scritto i tre legislatori. «Ci sono prove di una somma di denaro diretta messa da parte da cittadini stranieri per ‘The Big Guy’, che i testimoni hanno identificato come Joe Biden. Una maggioranza repubblicana si impegnerà a scoprire i fatti che i democratici, la Big Tech e i media principali hanno soppresso».

 

Articolo in inglese: Hunter and Joe Biden Often Met After Son Traveled Abroad: Report

NEWSLETTER
*Epoch Times Italia*
 
 
 

Ecco perché l’Fbi sta indagando su Trump. Pubblicato il mandato di perquisizione

Ecco perché l’Fbi sta indagando su Trump. Pubblicato il mandato di perquisizione
Il mandato che ha autorizzato l'Fbi a perquisire la proprietà di Donald Trump all'inizio di questa settimana è ...
Leggi >
 

Ambasciatore cinese: Taiwan subirebbe una ‘rieducazione’ se Pechino la occupasse

Ambasciatore cinese: Taiwan subirebbe una ‘rieducazione’ se Pechino la occupasse
La Cina farà di tutto per conquistare Taiwan. E non solo: ovviamente, la popolazione dovrà essere rieducata. Lo ...
Leggi >
 

Trump rivela maggiori dettagli sul raid di Mar-a-Lago. Ecco cosa è successo

Trump rivela maggiori dettagli sul raid di Mar-a-Lago. Ecco cosa è successo
Mercoledi l'ex presidente Donald Trump ha rivelato maggiori dettagli sulle circostanze che circondano il raid dell'Fbi dell'8 agosto ...
Leggi >
 

Elezioni 2022, la patata bollente del Pnrr

Elezioni 2022, la patata bollente del Pnrr
Uno dei nodi più grandi da sciogliere in materia di elezioni, e quindi per chi sarà alla guida ...
Leggi >