Gemelle adottive separate alla nascita si riuniscono dopo 36 anni di vite parallele

Di dello staff Inspired dell'Emg

Due identiche sorelle gemelle, separate alla nascita, si sono incontrate di recente per la prima volta al loro 36° compleanno dopo decenni.

Molly Sinert ed Emily Bushnell, nate in Corea del Sud, sono state adottate da due famiglie completamente diverse.

Sinert è stata adottata da una famiglia ebrea che viveva in Florida, mentre Bushnell da un’altra famiglia ebrea della Pennsylvania.

Emily Bushnell (L) e Molly Sinert (R) da neonate. (Per gentile concessione di Molly Sinert)
Emily Bushnell (L) e Molly Sinert (R), sembrano ancora identiche, da donne adulte. (Per gentile concessione di Molly Sinert)

Il Daily Mail indica che non si sa perché le gemelle siano state separate dopo la nascita. Fino a poco tempo fa, le sorelle non avevano idea del fatto che l’altra esistesse. È stata la figlia undicenne di Bushnell, Isabel, che ha portato la madre alla scoperta.

Secondo quanto riferito, Isabel era curiosa di saperne di più sulla storia di sua madre e scoprire se aveva altri membri della famiglia: «Volevo fare il test del Dna perché è stata adottata. Volevo scoprire se avevo più famigliari dalla sua parte», ha raccontato a Good Morning America.

Anche la sorella gemella di Bushnell ha deciso di fare un test del Dna ed è rimasta stupita dai risultati: «Ho cliccato sul parente stretto e non l’ho capito». Quindi sospettava che il test non fosse giusto dopo aver ottenuto quel risultato.

Emily Bushnell (L) e Molly Sinert (R) da bambine. (Per gentile concessione di Molly Sinert)
Molly Sinert (L) ed Emily Bushnell (R) indossano abiti da ballo simili. (Per gentile concessione di Molly Sinert)

Il test riportava: «Condividi il 49,96% del Dna con questa persona. Prevediamo che sia tua figlia. Questo ovviamente non è giusto, perché non ho mai avuto il travaglio, non ho figli», disse.

Poi ha saputo che era sua sorella gemella e l’ha contattata online via e-mail. Hanno quindi deciso di incontrarsi per il loro 36° compleanno.

Molly Sinert (L) ed Emily Bushnell (R) si sono riunite dopo 36 anni di distanza. (Per gentile concessione di Molly Sinert)
Molly Sinert (a sinistra), Emily Bushnell (a destra) e sua figlia. (Per gentile concessione di Molly Sinert)

«Anche se ho una famiglia che mi ama e mi adora ed è stata assolutamente meravigliosa, c’era sempre una sensazione di disconnessione», ha detto Bushnell. «Scoprire di avere una sorella gemella identica ha reso tutto così chiaro. Ha tutto un senso».

La riunione delle gemelle è stata testimoniata da Abc, durante la quale le sorelle hanno detto: «È come guardarsi allo specchio».

Sinert ha inoltre aggiunto che l’incontro con la sua gemella ha lasciato un segno nella sua vita. «La mia vita è cambiata», ha confessato al notiziario.

Bushnell non ha potuto nascondere la gioia nell’incontrare finalmente sua sorella gemella. «Un buco nel mio cuore è stato immediatamente riempito».

 

Articolo in inglese: Long-Lost Adopted Twins Separated at Birth Reunite After 36 Years Living Parallel Lives

NEWSLETTER
Epoch Times Italia 2021
 
 
 

6 gennaio a Washington, un retaggio di domande inquietanti

6 gennaio a Washington, un retaggio di domande inquietanti
Il bastone d'acciaio temprato ha emesso il suono più inquietante possibile, rimbalzando sul cranio di Victoria White. Variava ...
Leggi >
 

Alti e bassi dell’economia cinese. Il regime tenta di reagire, ma il 2022 sarà molto duro per il Pcc

Alti e bassi dell’economia cinese. Il regime tenta di reagire, ma il 2022 sarà molto duro per il Pcc
Il regime cinese ha speso miliardi di dollari nel tentativo di raggiungere i produttori di chip più avanzati ...
Leggi >
 

Olimpiadi invernali a Pechino e spionaggio di regime. Governi europei: niente cellulari agli atleti

Olimpiadi invernali a Pechino e spionaggio di regime. Governi europei: niente cellulari agli atleti
Diversi Paesi europei si stanno adoperando per proteggere i propri atleti durante le prossime Olimpiadi invernali di Pechino. ...
Leggi >
 

Ashli ​​Babbitt, la sostenitrice di Trump morta al Campidoglio, non era una rivoltosa

Ashli ​​Babbitt, la sostenitrice di Trump morta al Campidoglio, non era una rivoltosa
La sostenitrice di Trump andava su e giù, agitando le mani, frustrata, verso degli agenti immobili: «Chiama aiuto!» Pochi istanti ...
Leggi >