Mostra Nascondi
Due provincie cinesi sacrificate per salvare Wuhan e la Diga delle Tre Gole

Alle 8.20 di mattina del 20 luglio, in vista di un imminente nuovo picco delle acque, la Diga delle Tre Gole ha aperto sette sfioratori per rilasciare parte dell’acqua in eccesso, sebbene dall’altro lato il livello delle acque avesse già superato i livelli di emergenza.

Le autorità cinesi hanno anche iniziato a rompere le dighe nelle provincie dello Jiangxi e dell’Anhui per deviare le inondazioni, altrimenti Wuhan sarebbe presto diventata una ‘città oceano’ e i suoi 11 milioni di abitanti sarebbero stati completamente bloccati dalle inondazioni.

Articolo in inglese: Two Chinese Provinces Sacrificed to Save Wuhan and Three Gorges Dam

 

Per saperne di più: Inondazioni e disastri in tutta la Cina, milioni di persone a rischio