L’accettazione dell’obesità è un’idea pericolosa

Di Martha Rosenberg

Il Covid-19 ha posto una rinnovata attenzione sull’obesità. Secondo il New York Post, infatti, i Paesi con alti tassi di obesità, come il Regno Unito, hanno quasi il 90% dei decessi per il virus a livello globale. Mentre il contrario vale per Paesi dove l’obesità è rara, come il Vietnam.

Dal punto di vista medico, le persone obese hanno maggiori probabilità di contrarre  il Covid-19, soffrono di una maggiore morbilità e hanno maggiori probabilità di trasmettere il virus rispetto alle persone non obese. Ma questa è solo una parte della storia, poiché il Covid ha anche aumentato l’obesità nazionale grazie ai lockdown e interruzioni forzate della vita normale.

Secondo i dati del sistema di sorveglianza dei fattori di rischio comportamentale dei Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) statunitensi, al 2019 nel periodo pre-Covid, oltre il 40% degli adulti negli Stati Uniti erano obesi. Un resoconto del National Center for Health Statistics del 2018 ha rilevato che il peso medio degli uomini americani nel 2015-2016 era di circa 89 kg, e quello delle donne era sui 77, diversamente dagli anni 1976-1980, quando erano rispettivamente a 78 e 65.

E il Covid ha peggiorato le cose. Un sondaggio dell’American Psychological Association del 2020, ha rilevato che oltre la metà degli adulti statunitensi intervistati, durante la pandemia ha aumentato il proprio peso; due su cinque americani avevano preso una media di circa 13 kg in più, mentre il 10 per cento degli americani, più di 22 chili in più.

Dato che gli americani ora hanno un peso senza precedenti, i movimenti di accettazione del grasso e positività del corpo che proclamano che va bene essere grassi, promuovendo le uniche ideologie dell’accettazione sociale, sono irresponsabili. Certamente le persone non dovrebbero essere stigmatizzate per non riuscire a soddisfare gli ideali fisici idealizzati, ma l’obesità non riguarda solo l’estetica. Le persone che trasportano un eccesso di peso sono a maggior rischio di mortalità, ipertensione, colesterolo Ldl alto e trigliceridi, diabete di tipo 2, malattia coronarica, ictus, malattie della colecisti, artrosi, apnea notturna e molti tumori, afferma il Cdc.

L’obesità sta affliggendo i giovani con gravi conseguenze

Secondo il Cancer Research Uk, l’obesità è ora particolarmente presente tra i Millennial che sono sulla via per diventare la generazione più pesante della storia. E purtroppo i tumori legati all’obesità hanno seguito l’obesità nei giovani: «I Millennial hanno circa il doppio del rischio di contrarre alcuni tumori, rispetto ai Baby Boomers alla [stessa, ndr] età», scrisse l’American Cancer Society su uno studio del 2019 sui tumori legati all’obesità, apparso su Lancet.

L’incidenza del mieloma multiplo, del colon-retto, del corpo uterino, della colecisti, dei reni e del pancreas, è infatti risultata maggiore negli adulti di età compresa tra 25 e 49 anni. «Il rischio di sviluppare un cancro correlato all’obesità sembra aumentare in modo graduale nelle coorti di nascita più giovani, negli Stati Uniti», hanno scritto i ricercatori.

Ragioni e risultati dell’obesità

Ci sono chiare ragioni per l’aumento dell’obesità negli americani e nei giovani adulti. I grassi, il cibo trasformato e la sua commercializzazione non sono mai stati così onnipresenti. Durante il lockdown nel corso dell’anno, «lavorare a casa» spesso è significato «fare spuntini a casa». Molti centri fitness sono stati chiusi e la sedentaria «cultura dello schermo», ha delimitato le attività ricreative all’aperto anche prima del Covid-19.

Tuttavia, le statistiche negative sull’obesità anche prima della pandemia, non dovrebbero essere ignorate

Secondo il Cdc, l’obesità squalifica quasi un terzo delle persone tra i 17 ei 24 anni dal servizio militare statunitense, un fatto sottostimato. E i costi delle cure mediche legate all’obesità negli Stati Uniti ammontano a circa 147 miliardi di dollari all’anno.

Secondo uno studio del National Bureau of Economic Research, pubblicato da Us News and World Report, non sono solo i contribuenti e le forze armate a soffrire. Rispetto alle persone di taglia normale, ogni anno quelle obese spendono il loro denaro per l’assistenza sanitaria in maniera superiore alla media e hanno redditi inferiori.

Le persone grasse non dovrebbero vergognarsi della loro obesità, poiché questo potrebbe indurle ad evitar importanti visite e cure mediche e portarli a mangiare di più. Ma nemmeno l’obesità dovrebbe essere accettata, specialmente durante la pandemia Covid-19, in quanto può portare a delle variazioni innocue delle dimensioni umane o una condizione su cui una persona non ha alcun controllo. Nessuno nasce obeso e la sua correlazione con l’eccesso di cibo è vicina al 100 percento.

 

Martha Rosenberg è un’ex copywriter pubblicitaria che conosce approfonditamente il marketing. Ha iniziato come giornalista investigativa e da allora è stata in Tv e radio come esperta di salute. Martha ha insegnato tattiche di marketing dei farmaci in una scuola di medicina di Chicago e fa parte del corpo di stampa della Fda. Il suo libro «Born with a junk Food Deficiency: How Flaks, Quacks, and Hacks Pimp the Public Health», espone cosa succede dietro le quinte nell’industria alimentare e farmaceutica.

Le opinioni espresse in quest’articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente quelle di Epoch Times.

Articolo in inglese: Fat Acceptance Is a Dangerous Idea



 
 
 

Un movimento studentesco contro il Green Pass. L’intervista

Un movimento studentesco contro il Green Pass. L’intervista
Epoch Times Italia ha intervistato Filippo Dellepiane, studente 19enne di Filosofia a Firenze e coordinatore di 'Studenti contro ...
Leggi >
 

Cina, il Pcc indottrina gli studenti con ‘il pensiero di Xi Jinping’

Cina, il Pcc indottrina gli studenti con ‘il pensiero di Xi Jinping’
Il leader cinese Xi Jinping vuole infondere 'lealtà' a tutti i cittadini cinesi, a cominciare dagli studenti delle ...
Leggi >
 

Nuovi documenti sui finanziamenti americani al laboratorio di Wuhan | Facts Matter Italia

Nuovi documenti sui finanziamenti americani al laboratorio di Wuhan | Facts Matter Italia
Grazie alla richiesta del Freedom of Information Act sono state pubblicate oltre 900 pagine di documenti che rivelano ...
Leggi >
 

Talebani: no slogan e proteste salvo previa approvazione

Talebani: no slogan e proteste salvo previa approvazione
L'8 settembre i talebani hanno annunciato il divieto di tutti gli slogan, manifestazioni e proteste che non hanno ...
Leggi >