L’economia mondiale presto a corto di petrolio?

Di Nicholas Dolinger

L’amministratore delegato e presidente di Halliburton, Jeff Miller, ha fatto scalpore lunedì scorso al World Petroleum Congress di Houston, in Texas, per le sue previsioni sul periodo di scarsità di petrolio in cui sta entrando il mondo.

«Penso che per la prima volta da molto tempo vedremo un acquirente alla ricerca di un barile di petrolio, al contrario di un barile di petrolio alla ricerca di un acquirente», ha affermato.

Dal 2014, l’industria petrolifera ha generalmente ridotto l’enfasi sulla costruzione di nuove infrastrutture a fronte dei prezzi bassi. Tuttavia, questa tendenza potrebbe ora ritorcersi contro l’industria petrolifera, che ora ritiene che la domanda di petrolio superi l’offerta disponibile, determinata dalle infrastrutture attuali.

Alcuni analisti hanno ipotizzato che è sempre più probabile che i prezzi del petrolio saliranno presto a 100 dollari al barile, un prezzo mai visto negli ultimi sette anni e che ha un serio potenziale di perturbare l’economia.

Un ulteriore fattore che contribuisce alla prevista scarsità di petrolio è una carenza di manodopera nel settore dei combustibili fossili, che supera quella dell’economia generale.

La diffusa percezione che i combustibili fossili saranno emarginati nel futuro dell’energia e dei trasporti rende le carriere a lungo termine nel settore petrolifero poco attraenti per i giovani lavoratori, con molti lavoratori del petrolio che cercano di passare alle energie rinnovabili o di lasciare completamente l’industria energetica.

Un recente sondaggio ha rivelato che il 43% dei dipendenti dell’industria petrolifera ha la volontà di passare ad altri settori nei prossimi cinque anni, come riportato da Reuters.

Mentre i baby boomer vanno in pensione, l’industria fatica a sostituirli con giovani lavoratori, che considerano il settore petrolifero sfavorevole alle carriere a lungo termine a causa delle preoccupazioni sui modelli di cambiamento climatico e della pressione di politici, ambientalisti e investitori per la transizione verso l’energia rinnovabile.

È probabile che questa combinazione di mancati investimenti infrastrutturali e carenza di manodopera si traduca in un’offerta di petrolio insufficiente a soddisfare la domanda, con conseguente aumento dei prezzi e possibili carenze.

Con l’estrazione del petrolio che avviene in un significativo ritardo rispetto agli investimenti industriali e la carenza di competenze nell’industria del lavoro che non mostra segni di cedimento, ci sono ragioni importanti per credere che la scarsità di fornitura di petrolio potrebbe durare a lungo nel futuro.

 

Articolo in inglese: World Economy Entering Period of Oil Scarcity, Halliburton CEO Says

NEWSLETTER
Epoch Times Italia 2021
 
 
 

6 gennaio a Washington, un retaggio di domande inquietanti

6 gennaio a Washington, un retaggio di domande inquietanti
Il bastone d'acciaio temprato ha emesso il suono più inquietante possibile, rimbalzando sul cranio di Victoria White. Variava ...
Leggi >
 

Alti e bassi dell’economia cinese. Il regime tenta di reagire, ma il 2022 sarà molto duro per il Pcc

Alti e bassi dell’economia cinese. Il regime tenta di reagire, ma il 2022 sarà molto duro per il Pcc
Il regime cinese ha speso miliardi di dollari nel tentativo di raggiungere i produttori di chip più avanzati ...
Leggi >
 

Olimpiadi invernali a Pechino e spionaggio di regime. Governi europei: niente cellulari agli atleti

Olimpiadi invernali a Pechino e spionaggio di regime. Governi europei: niente cellulari agli atleti
Diversi Paesi europei si stanno adoperando per proteggere i propri atleti durante le prossime Olimpiadi invernali di Pechino. ...
Leggi >
 

Ashli ​​Babbitt, la sostenitrice di Trump morta al Campidoglio, non era una rivoltosa

Ashli ​​Babbitt, la sostenitrice di Trump morta al Campidoglio, non era una rivoltosa
La sostenitrice di Trump andava su e giù, agitando le mani, frustrata, verso degli agenti immobili: «Chiama aiuto!» Pochi istanti ...
Leggi >