Nasa: nel 2024 la prima donna sulla luna

La Nasa ha in piano di inviare la prima donna sulla luna entro il 2024: un obiettivo sempre più realistico grazie all’aumento di fondi annunciato da Trump.

Finora, spiega alla Cnn Bettina Inclán, direttrice delle comunicazioni per la Nasa, le 12 persone che hanno camminato sul suolo lunare sono tutte state dei maschi americani: «L’ultima persona che ha passeggiato sulla Luna lo ha fatto nel 1972. E nessuna donna ha mai posato piede sulla superficie lunare».

«Sotto il mio governo, stiamo riportando la Nasa alla grandezza e torneremo sulla Luna e poi andremo su Marte», ha twittato Trump, dopo aver annunciato l’arrivato di un miliardo e 600 milioni di dollari in più per il budget della Nasa.
L’aumento del budget va a sommarsi infatti ai 21 miliardi che la Nasa aveva richiesto per completare l’obiettivo di atterrare al polo sud della Luna entro il 2024, tornando sul satellite che era stato visitato dagli uomini per la prima volta con l’Apollo 11, il 20 luglio 1969.

«Cinquant’anni dopo Apollo, il programma Artemis [da Artemide, dea della luna e sorella gemella di Apollo, ndr] porterà sulla Luna la prima donna e il prossimo uomo», ha affermato l’amministratore della Nasa Jim Bridenstine. «Questo investimento è un acconto […] e permetterà di andare avanti nella progettazione, nello sviluppo e nell’esplorazione».

«Il nostro obiettivo è di creare un programma che ci porti sulla Luna prima possibile. Nei prossimi anni necessiteremo di ulteriori fondi […] ma questa è una buona quantità, che ci permette di partire molto forte».

La parte principale dell’«acconto» sarà impiegata per la ricerca e lo sviluppo di un sistema di atterraggio di umani sulla Luna.

 

Articolo in inglese: NASA Planning to Land First American Woman on the Moon by 2024

 
 
 

Arrestato Jimmy Lai, magnate della stampa di Hong Kong

Arrestato Jimmy Lai, magnate della stampa di Hong Kong
Jimmy Lai, magnate della stampa di Hong Kong e attivista per la democrazia, è stato arrestato lunedì mattina ...
Leggi >
 

Usa 2020, si accende il dibattito sul voto per corrispondenza

Usa 2020, si accende il dibattito sul voto per corrispondenza
La modalità di svolgimento delle elezioni presidenziali americane del 3 novembre è diventata una questione molto dibattuta. Il ...
Leggi >
 

Gli orrori e la segretezza del carcere femminile di Pechino

Gli orrori e la segretezza del carcere femminile di Pechino
Il carcere femminile di Pechino è avvolto nella segretezza. La sua posizione non è visibile nei sistemi di ...
Leggi >
 

+1,8 milioni di posti di lavoro negli Stati Uniti. Disoccupazione al 10,2 per cento

+1,8 milioni di posti di lavoro negli Stati Uniti. Disoccupazione al 10,2 per cento
L'economia statunitense ha aggiunto 1 milione e 763 mila posti di lavoro nel mese di luglio, portando il ...
Leggi >