«Non succederà mai». Dana White dell’Ufc non richiederà che gli atleti vengano vaccinati

Di Jack Phillips

Il presidente dell’Ufc (Ultimate Fighting Championship) Dana White ha dichiarato giovedì che l’organizzazione di Mma non richiederà ai suoi atleti di vaccinarsi contro il Covid-19.

«Non direi mai a un altro essere umano cosa fare del proprio corpo. Se vuoi farti vaccinare, dipende da te. Questa è la tua scelta. Non mi sentirai mai dire che costringerò le persone a vaccinarsi. Non succederà mai», ha detto White in un’intervista a Tsn.

«Ti stanno dicendo a New York che non puoi entrare in un ristorante o in una palestra a meno che non sei vaccinato e non puoi dimostrarlo e cose del genere. Alcune persone vengono licenziate se non si fanno vaccinare. Sì, non succederà qui. Vuoi vaccinarti? Fatti vaccinare. Se non lo fai, questa è una tua decisione, il corpo è tuo».

White è stato amministratore delegato dell’Ufc per decenni, contribuendo a trasformare l’azienda e l’Mma da uno spettacolo di nicchia in uno degli sport più popolari al mondo. White, anche lui amico di lunga data dell’ex presidente Donald Trump, ha approvato Trump nel 2016 e nel 2020.

L’Ufc ha ospitato il suo primo evento a New York City nel 2016 dopo che un divieto di lunga data in tutto lo Stato era stato revocato all’inizio di quell’anno. E in generale, gli eventi Ufc più importanti si tengono a Las Vegas, in Nevada.

Ma l’azienda sta pianificando di tornare al Madison Square Garden di New York per l’Ufc 268 del 6 novembre. Il peso leggero Michael Chandler ha riferito alla stampa che il suo combattimento con Justin Gaethje potrebbe essere in pericolo a causa della politica di vaccinazione della città: «Ho appena visto che [lo Stato di, ndr] New York sta abbandonando alcuni pesanti obblighi sulla città di New York City. Fondamentalmente, richiedono che tu sia vaccinato (o) mostri la prova della vaccinazione, per pranzare al coperto, fare fitness indoor e per spettacoli e intrattenimento al coperto. Ovviamente una carta Ufc, un combattimento Ufc che viene lanciato al Madison Square Garden è considerato un intrattenimento indoor e una performance indoor. Non mi farò vaccinare a quel punto. Non so quanti fighter, se dovessi combattere su quella carta del 6 novembre, o chiunque stia combattendo il 6 novembre al Madison Square Garden, non so quanti fighter saranno vaccinati. Non ho davvero un riscontro su chi lo è o non lo è».

Nel frattempo, settimane fa la Nfl ha inviato un promemoria a tutte le 32 squadre consigliando ai giocatori e allo staff di farsi vaccinare, a rischio di sanzioni in caso contrario, compresa la possibilità di perdere partite senza giocarle. Alcuni di questi giocatori hanno criticato l’ordinanza su Twitter.

 

Articolo in inglese: ‘Never Gonna Happen:’ UFC Head Dana White Won’t Require Fighters to Get Vaccinated

NEWSLETTER
Epoch Times Italia 2021
 
 
 

Shanghai, i residenti non credono alle autorità: la riapertura è «lontana»

Shanghai, i residenti non credono alle autorità: la riapertura è «lontana»
Il 17 maggio le autorità di Shanghai hanno affermato di aver raggiunto zero infezioni al di fuori delle ...
Leggi >
 

Trump domina le primarie. Avvocato della Clinton sotto processo. Usa senza benzina grazie a Biden

Trump domina le primarie. Avvocato della Clinton sotto processo. Usa senza benzina grazie a Biden
Martedì si sono tenute le elezioni primarie in cinque Stati e la maggior parte dei candidati appoggiati da ...
Leggi >
 

Il regime cinese è “in guerra” coi cinesi e col mondo intero. Quanto potrà durare?

Il regime cinese è “in guerra” coi cinesi e col mondo intero. Quanto potrà durare?
- Il regime cinese sta rafforzando i controlli alle frontiere secondo la direttiva "zero-covid". Ad alcuni cinesi è ...
Leggi >
 

Trump annuncia un libro sulle elezioni del 2020: «Il crimine del secolo»

Trump annuncia un libro sulle elezioni del 2020: «Il crimine del secolo»
Donald Trump sta scrivendo un libro sulla presunta frode elettorale nelle elezioni, intitolato Il crimine del secolo. «Non ...
Leggi >