Presidente di un gruppo pro-Pcc a Taiwan muore di Covid-19. Infetti altri membri

Di Dorothy Li

Il fondatore e presidente di un’organizzazione pro-Pechino a Taiwan è morto di Covid-19.

Il 16 giugno, il portavoce della Patriot Alliance Association (Paa) ha annunciato su Facebook che il presidente del gruppo, Zhou Qingjun, è morto a Taipei a causa del virus del Partito Comunista Cinese (Pcc), comunemente noto come il nuovo coronavirus.

Il portavoce del Pcc Global Times ha riportato che Zhou era stato riscontrato infetto dal virus del Pcc il giorno dopo la sua condanna a tre anni da parte del tribunale distrettuale di Taipei per aver ricevuto fondi dal regime comunista cinese. Questo avveniva a maggio.

L’ufficio del pubblico ministero ha affermato che nel 2018 Zhou era solito portare sempre con se una grande quantità di denaro, in yuan cinesi, quando tornava dai viaggi in Cina. È stato anche accusato di corruzione assieme a Zhang Xiuye, un politico che ha cercato di rappresentare il distretto di Wanhua della città di Taipei durante le elezioni del 2018. A maggio, Zhang è stato condannato a tre anni e cinque mesi.

Sul suo Facebook, Wang Hao-yu consigliere comunale di Taiwan, ha scritto che Zhang, che è anche segretario generale della Paa, è risultato positivo il 24 maggio insieme a diversi altri membri del gruppo. Tuttavia, quando Epoch Times ha chiesto di confermare la cosa, un membro del gruppo ha negato. Wang ha inoltre dichiarato che un direttore di una filiale della Paa, soprannominato Zhu, è attualmente ricoverato in ospedale con il virus.

Il Paa, un’organizzazione che sostiene l’unificazione di Taiwan e Cina, è stato fondato da Zhou Qingjun (il presidente ora morto di Covid) nel 1993. Zhou era emigrato a Taiwan nel 1982 dopo essere fuggito a Hong Kong dalla Cina continentale nel 1962.

Secondo The Reporter, la maggior parte delle spese della Paa sono state coperte da Zhou stesso. Ad esempio, il bilancio annuale 2017 del gruppo elencava circa 18 mila dollari come «finanziamento del partito politico», che proveniva da una «donazione personale» dal suo presidente Zhou. Ma i media locali hanno fatto notare che il 77enne Zhou aveva fatto affari nella città di Danyang della provincia dell’Hubei e nella città di Zhuhai nella provincia del Guangdong in Cina.

Zhou e altri membri del Paa sono stati spesso avvistati di fronte a diversi punti di riferimento di Taipei, come l’edificio dell’ufficio presidenziale, Ximending e Taipei 101, mentre sventolavano la bandiera del regime cinese.

Secondo quanto riferito, i membri della Paa avrebbero più volte aggredito fisicamente gli stand dei praticanti del Falun Gong, allestiti negli ultimi 10 anni a Taipei 101 Plaza in manifestazioni per sensibilizzare sulla persecuzione del Falun Gong in Cina.

L’esperto di Cina Cao Changqing ha riferito a Epoch Times che Zhou aveva portato i membri della Paa ad aggredire gli studenti democratici di Hong Kong a Taiwan e i praticanti del Falun Gong, e di essere a sua volta stato picchiato da Zhou e da altri membri della Paa per aver affermato di sostenere le elezioni di Taiwan nel 2003. Quando un attivista pro-Pcc muore a causa del virus del Pcc, «è una punizione», ha sospirato.

 

Articolo in inglese: President of a Pro-Beijing Group in Taiwan Dies of CCP Virus



 
 
 

Trump annuncia il lancio del suo nuovo social, si chiama ‘Truth’

Trump annuncia il lancio del suo nuovo social, si chiama ‘Truth’
Il 20 ottobre l'ex presidente americano Donald Trump ha annunciato l'imminente lancio della sua piattaforma social. La versione ...
Leggi >
 

Pechino vuole esportare la censura di Internet in tutto il mondo

Pechino vuole esportare la censura di Internet in tutto il mondo
Le democrazie non riescono a opporsi al piano senza precedenti di Pechino per limitare la libertà di Internet ...
Leggi >
 

Le Big Pharma guadagnano molto dal Covid, ma qui si esagera | Facts Matter Italia

Le Big Pharma guadagnano molto dal Covid, ma qui si esagera | Facts Matter Italia
Una nuova pillola anti Covid-19 che dovrebbe ridurre del 50% il rischio di ospedalizzazione e morte è attualmente ...
Leggi >
 

Il Giappone è un baluardo contro l’espansionismo del regime cinese

Il Giappone è un baluardo contro l’espansionismo del regime cinese
Il regime comunista cinese non ha mai fatto mistero di voler controllare il mondo. Per riuscire nel suo ...
Leggi >