Proteste in tutta Europa contro green pass e restrizioni sanitarie

Di Jack Phillips

Il 31 luglio migliaia di persone hanno manifestato contro il nuovo «pass sanitario»  in Francia, marciando per Parigi e altre città in modo pacifico, salvo alcuni sporadici momenti di tensione.

Circa 3 mila agenti di polizia sono stati dispiegati a Parigi per il terzo fine settimana di proteste contro il pass, che sarà presto richiesto per entrare nei ristoranti e in altri luoghi pubblici. Il cosiddetto sistema del green pass è stato ormai approvato dal Parlamento francese e la legge entrerà in vigore il 9 agosto.

Nel frattempo, a Berlino, un tribunale ha dichiarato che le proteste contro i lockdown sono illegali, portando così all’arresto di molti manifestanti. Secondo un articolo del Deutsche Welle (Dw), i giudici del tribunale amministrativo della capitale hanno rifiutato di autorizzare 13 manifestazioni organizzate da un gruppo anti-lockdown. Gli organizzatori hanno affermato che 22.500 persone si erano registrate per partecipare alle proteste.

Le riprese video e le foto caricate su Twitter hanno mostrato che il 31 luglio i manifestanti anti-lockdown sono stati arrestati o circondati dagli agenti. Anche una marcia già in programma, prevista per il 1 agosto, è stata vietata dal tribunale.

I giudici tedeschi hanno affermato che le proteste devono essere vietate perché facilitano la diffusione del Covid-19. Il portavoce della polizia di Berlino, Thilo Cablitz, ha spiegato ai giornalisti che la sentenza ha preso di mira le proteste «i cui partecipanti regolarmente non seguono le normative legali, in particolare quelle relative alle misure sanitarie», incluso l’uso delle mascherine.

In Italia, invece, migliaia di manifestanti si sono riuniti per protestare a Roma, Milano, Napoli e molte altre città, per la seconda settimana consecutiva. I manifestanti di Milano si sono fermati fuori dal tribunale della città cantando «Verità!» «Vergogna!» e «Libertà!». A Roma, hanno marciato dietro uno striscione con la scritta «Resistenza». Le manifestazioni sono state rumorose ma pacifiche. Questo dopo che il governo italiano ha approvato il green pass sanitario per entrare in bar, ristoranti e altri locali. I critici della misura sostengono che sia una misura troppo autoritaria e violi le libertà personali fondamentali.

Dall’altra parte del confine, in Svizzera, più di 4.000 persone si sono riunite a Lucerna per manifestare contro le restrizioni legate al vaccino, secondo i resoconti dei media locali.

«Penso che non ci debba essere ordinato cosa fare», ha dichiarato all’Associated Press l’infermiera 37enne Hager Ameur, che si è dimessa dal suo lavoro, sottolineando che gli operatori sanitari francesi durante la prima ondata di Covid-19 sono stati bistrattati. «E ora all’improvviso ci viene detto che se non ci facciamo vaccinare, è colpa nostra se le persone vengono contagiate. Penso che sia nauseante».

Anne, un insegnante scesa in strada a Parigi, ha spiegato al Guardian che la politica del pass sanitario sta creando segregazione in Francia: «Stiamo creando una società segregata, e penso che sia incredibile che venga fatto nel Paese dei diritti umani. Ecco perché sono scesa in strada; non ho mai protestato prima in vita mia […] Penso che la nostra libertà sia in pericolo».

Le autorità francesi hanno dichiarato di aver dovuto approvare il lasciapassare sanitario per via dell’alta contagiosità della variante Delta. Il 30 luglio sono stati confermati più di 24.000 nuovi casi giornalieri nel Paese, rispetto alle poche migliaia di inizio mese.

Il ministro dell’Interno francese Gerald Darmanin ha scritto su Twitter che la polizia ha arrestato 10 manifestanti a Parigi e nove in altre località, precisando che tre agenti sono rimasti feriti.

Fuori dall’Europa, migliaia di manifestanti, che indossavano mascherine e mantenevano distanziamento sociale, sono scesi in piazza in tutta la Malesia per protestare contro la gestione del virus da parte del governo, chiedendo le dimissioni del primo ministro Muhyiddin Yassin. I critici sostengono che il primo ministro malese stia usando i lockdown e altre restrizioni sanitarie per aumentare il suo potere.

 

Articolo in inglese: ‘Our Freedom Is in Danger’: Protests Erupt Across Europe Over COVID-19 Mandates

NEWSLETTER
Epoch Times Italia 2021
 
 
 

Un movimento studentesco contro il Green Pass. L’intervista

Un movimento studentesco contro il Green Pass. L’intervista
Epoch Times Italia ha intervistato Filippo Dellepiane, studente 19enne di Filosofia a Firenze e coordinatore di 'Studenti contro ...
Leggi >
 

Cina, il Pcc indottrina gli studenti con ‘il pensiero di Xi Jinping’

Cina, il Pcc indottrina gli studenti con ‘il pensiero di Xi Jinping’
Il leader cinese Xi Jinping vuole infondere 'lealtà' a tutti i cittadini cinesi, a cominciare dagli studenti delle ...
Leggi >
 

Nuovi documenti sui finanziamenti americani al laboratorio di Wuhan | Facts Matter Italia

Nuovi documenti sui finanziamenti americani al laboratorio di Wuhan | Facts Matter Italia
Grazie alla richiesta del Freedom of Information Act sono state pubblicate oltre 900 pagine di documenti che rivelano ...
Leggi >
 

Talebani: no slogan e proteste salvo previa approvazione

Talebani: no slogan e proteste salvo previa approvazione
L'8 settembre i talebani hanno annunciato il divieto di tutti gli slogan, manifestazioni e proteste che non hanno ...
Leggi >