Se certe belle idee moderne sull’insegnamento in realtà non funzionano

Di Michael Zwaagstra

‘Invece di far memorizzare agli studenti un mucchio di fatti inutili, dobbiamo aiutarli a pensare come scienziati e storici. Ciò si ottiene al meglio con un approccio di apprendimento basato sull’indagine, che consente agli studenti di guidare il loro processo di apprendimento e scoprire i concetti chiave da soli’.

Ha senso? Probabilmente sembrerà sensato a chi ha frequentato di recente una facoltà di educazione, un’istituzione in cui vengono formati gli insegnanti. Non solo: questo messaggio è anche quello che viene solitamente dato agli insegnanti durante le loro regolari sessioni di sviluppo professionale.

Il problema è che questo approccio è sbagliato. Non solo sbagliato di poco, ma di molto. Infatti, nonostante sostenga di essere basato su prove solide, la vera scienza dell’insegnamento e dell’apprendimento punta in realtà nella direzione opposta.

In effetti, gli studenti imparano meglio quando sono immersi in un ambiente di apprendimento ricco di contenuti, che costruisce le loro conoscenze di base. La pratica è anche una parte fondamentale per aiutare gli studenti a padroneggiare nuove abilità. L’apprendimento è un lavoro duro e solo per questo motivo è importante che gli insegnanti, non gli studenti, stabiliscano la direzione in classe.

Lo psicologo cognitivo Daniel Willingham delinea gran parte di queste prove nella seconda edizione recentemente pubblicata del suo libro, Perché agli studenti non piace la scuola? In esso, Willingham mostra che la psicologia cognitiva delinea chiaramente diverse cose che gli insegnanti devono capire.

Innanzitutto, la conoscenza di base è la chiave per la comprensione della lettura. È molto più probabile che tu capisca un libro o un articolo se sai già qualcosa sull’argomento in questione. Se ci sono troppe parole o concetti sconosciuti, probabilmente non lo capirai. Ovviamente, più conosci un argomento, più facile diventa saperne di più.

In secondo luogo, Willingham osserva che ha senso per gli studenti esercitarsi con le tabelline e memorizzare l’ortografia delle parole di uso comune. Come mai? Perché la mancanza di spazio nella memoria di lavoro è il collo di bottiglia chiave nella comprensione umana. In altre parole, gli studenti che non conoscono le basi della matematica, trovano molto difficile risolvere problemi più avanzati perché finiscono per sprecare preziose capacità mentali in qualcosa che dovrebbe essere automatico.

Sebbene la maggior parte dei professori di educazione e molti consulenti educativi spesso deridano la pratica ripetitiva definendola «drill and kill», il fatto è che questa tecnica fornisce le basi per un apprendimento più profondo. Facciamo un grande favore al nostro cervello quando affidiamo alla memoria fatti e abilità di base. Potrebbe non essere molto eccitante esercitarsi a fare la stessa cosa più e più volte, ma a lungo termine ripaga.

Willingham sottolinea inoltre che occorrono molti anni di studio e pratica a scienziati e storici, prima che diventino esperti nei loro campi. Non esiste un «modo di pensare esperto» generalizzato che si trasferisce senza soluzione di continuità tra le aree tematiche. La competenza è qualcosa che deriva da molti anni di pratica ed è irrealistico aspettarsi che gli studenti sviluppino competenze in un breve periodo di tempo.

La differenza tra esperti e principianti di scacchi è un esempio di questo fatto. Come spiega Willingham, «sembra che gran parte della differenza tra i migliori giocatori di scacchi del mondo non sia la loro capacità di ragionare sul gioco o di pianificare la mossa migliore; piuttosto, è la loro memoria sulle posizioni di gioco».

In poche parole, gli esperti di scacchi hanno memorizzato un numero enorme di posizioni di gioco e questo libera spazio per pensare a una strategia vincente nel gioco che stanno giocando. Contrariamente a quanto pensano molte persone, non esiste una strategia di scacchi per esperti generalizzata. La vera esperienza negli scacchi deriva da una vasta familiarità con una varietà di posizioni della scacchiera.

Secondo Willingham, i migliori giocatori di scacchi hanno circa 50.000 posizioni sulla scacchiera nei loro ricordi a lungo termine. Questo è il motivo per cui i giocatori esperti sono abili nei tornei blitz in cui il tempo di gioco è significativamente ridotto. A causa dell’enorme numero di posizioni del tabellone memorizzate, i giocatori esperti sono in grado di prendere decisioni in frazioni di secondo, mentre i principianti sono costretti a perdere tempo prezioso pensando alle mosse di base.

Le implicazioni della psicologia cognitiva per le scuole sono chiare. Gli insegnanti dovrebbero dedicare più tempo a fornire istruzioni dirette su importanti conoscenze e abilità e meno tempo a cercare di far pensare gli studenti come scienziati e storici. L’apprendimento dell’indagine ha la sua utilità quando gli studenti hanno una ragionevole quantità di conoscenza su un argomento, ma è praticamente inutile per aiutare gli studenti a conoscere concetti nuovi di zecca.

La memorizzazione dei fatti ha ancora un posto importante nelle scuole. Così come la pratica delle abilità. La scienza dell’insegnamento e dell’apprendimento è molto chiara su questi semplici fatti.

 

Michael Zwaagstra è un insegnante superiore di scuola pubblica, un membro anziano del Frontier Center for Public Policy e autore di «A Sage on the Stage: Common Sense Reflections on Teaching and Learning».

Le opinioni espresse in quest’articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente quelle di Epoch Times.

Articolo in inglese: The Science of Teaching and Learning Is Quite Clear

NEWSLETTER
Epoch Times Italia 2021
 
 
 

Magnate americano dei supermercati: i prezzi del cibo saliranno «tremendamente»

Magnate americano dei supermercati: i prezzi del cibo saliranno «tremendamente»
Il proprietario di una catena di supermercati newyorkese prevede che i prezzi del cibo aumenteranno drasticamente negli Stati ...
Leggi >
 

È tempo di rivalutare la supremazia del diritto europeo su quello degli Stati membri?

È tempo di rivalutare la supremazia del diritto europeo su quello degli Stati membri?
L'Unione Europea è di fronte a una grave crisi costituzionale. La causa è la recente sentenza della Corte ...
Leggi >
 

Pechino vuole esportare la censura di Internet in tutto il mondo

Pechino vuole esportare la censura di Internet in tutto il mondo
Le democrazie non riescono a opporsi al piano senza precedenti di Pechino per limitare la libertà di Internet ...
Leggi >
 

Le Big Pharma guadagnano molto dal Covid, ma qui si esagera | Facts Matter Italia

Le Big Pharma guadagnano molto dal Covid, ma qui si esagera | Facts Matter Italia
Una nuova pillola anti Covid-19 che dovrebbe ridurre del 50% il rischio di ospedalizzazione e morte è attualmente ...
Leggi >