Twitter censura importanti scoperte su Fauci e il coronavirus

Di Naomi Wolf

L’autrice dell’articolo, Naomi Wolf, Ph.D., è Ceo di DailyClout e autrice di «The End of America».

 

I recenti risultati del Freedom of Information Act (Foia) da parte dell’Intercept hanno aggiunto un’abbondante documentazione sul finanziamento da parte del dottor Anthony Fauci, con l’utilizzo di dollari dei contribuenti statunitensi, di pericolose ricerche sul guadagno di funzione presso il laboratorio di Wuhan, finanziamenti che Fauci aveva negato in testimonianza al senatore Rand Paul; finanziamento, appunto, che avevo cercato di condividere con il pubblico su Twitter all’inizio di giugno, il giorno prima che Twitter mi cacciasse definitivamente.

Il tesoro di Intercept aggiunge dettagli importanti alla documentazione esistente di quella ricerca sul guadagno di funzione finanziata dal Nih e ai suoi potenziali collegamenti con le origini della pandemia di Covid-19.

Natalie Winters di National Pulse è stata in prima linea con questa storia prima che Intercept la confermasse separatamente. E anch’io lo ero. In effetti, il mio deplatforming da Twitter ha fatto seguito alla lettura da parte dell’investigatore privato Brian O’Shea (che è mio marito) del cv completo del dottor Ralph Baric, che collegava questo ricercatore della Carolina del Nord a un lavoro finanziato dall’agenzia di Fauci. Twitter deve ancora dirmi esattamente perché sono stata espulsa dalla sua piattaforma e mi è stato impedito di condividere queste informazioni (con fonte ben citata) con i miei 145.000 follower.

Twitter è arrivato al punto di togliermi la piattaforma e poi diffamarmi in tutto il mondo: i notiziari hanno dichiarato erroneamente, tramite un portavoce di Twitter, che ero stata cacciata per «disinformazione sui vaccini».

Il Primo Emendamento negli Stati Uniti indica che il governo non può censurare apertamente critici o oppositori; ma il settore privato, in questo caso Big Tech, sta chiaramente facendo il lavoro sporco dell’amministrazione.

Sono stata accusata di «follia» (New Republic), di aver «sempre lottato contro la verità», di essere una «no-vax». Matt Gertz di Media Matters e Cnn mi ha accusato di «promuovere teorie del complotto sempre più folli»; lo ha fatto su Twitter, piattaforma sulla quale non sono più in grado di replicare.

Sembra che il mio vero crimine possa essere stato quello di porre domande che altri giornalisti non sono riusciti a fare e di condividere informazioni che minano le affermazioni di Fauci al Congresso.

Questo zittire una voce critica sui «lockdown» legati alla pandemia, nonché una persona che ha smentito le smentite di Fauci sull’aver finanziato la ricerca sul guadagno di funzione, aveva senza dubbio l’obiettivo di inibire altre voci critiche. Ho infatti ricevuto innumerevoli e-mail da altri giornalisti e influencer che affermavano di sostenermi, ma di avere paura di dirlo pubblicamente, per timore che anche loro venissero bannati.

Milioni di finanziamenti

Il cv di Baric descrive in dettaglio milioni di dollari in finanziamenti dal National Institute of Health (Nih) e dal National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Niaid), compresi i fondi per uno studio sul «guadagno di funzione». La ricerca di Baric, secondo Vanity Fair, potrebbe essere descritta come una ricerca sul «guadagno di funzione». In effetti, Baric faceva parte di un comitato di ricerca sul «guadagno di funzione».

Questo cv è fastidioso per l’amministrazione Biden, attuale patron di Big Tech e beneficiario della sua attuale ondata di censura, perché crea collegamenti tra questa ricerca e Fauci, che è diventato il centro del ‘brand’ di questa amministrazione e il punto chiave della strategia di rielezione.

Fauci ha dichiarato direttamente al senatore Rand Paul nel maggio 2021 che il Nih non aveva finanziato la «ricerca sul guadagno di funzione». In effetti, il Nih è andato anche oltre quando è stata sollevata questa domanda e ha negato di aver mai finanziato una ricerca che avrebbe reso i virus più infettivi per l’uomo.

Ma il curriculum di Baric mostra prove contrarie. La sua ricerca sui coronavirus nei pipistrelli – che ha scoperto che «il coronavirus di pipistrello sintetico ricombinante simile alla Sars è infettivo» – e la ricerca sulla trasmissibilità dei coronavirus ad altre specie, inclusi pipistrelli, topi e umani, risale a molti anni fa.

Il cv dell’assistente di laboratorio di Baric, Ef Donaldson, descrive in modo ancora più chiaro il lavoro svolto con Baric per, come afferma Donaldson, «resuscitare i coronavirus dei pipistrelli per determinare la trasmissione tra specie incrociate»:«Attualmente sono impiegato come professore assistente di ricerca nel Dipartimento di Epidemiologia, lavorando nel laboratorio del dott. Ralph Baric. Sono finanziato dal Niaid per condurre uno studio sui virus nei pipistrelli e su come i virus attraversano la barriera delle specie per emergere in nuove popolazioni. Inoltre, sto lavorando con il dottor Baric per far risorgere i coronavirus dei pipistrelli per determinare il potenziale di trasmissione incrociata tra specie di una varietà di nuovi coronavirus identificati nei pipistrelli». Il lavoro qui dettagliato ha avuto luogo quando il dottor Fauci era il direttore del Niaid.

Donaldson ha anche ricevuto centinaia di migliaia di dollari delle tasse statunitensi in finanziamenti Nih/Niaid per studiare l’infettività tra le specie di coronavirus di pipistrello, in un nido di pipistrelli con «sette o dodici» specie diverse, che si trova, in modo abbastanza allarmante, in Maryland.

Il Cv di Ef Donaldon rileva anche una richiesta 2011-16 al Nih per $ 1,85 milioni in finanziamenti per la ricerca sull’infettività tra le specie del coronavirus dei pipistrelli correlata alla Sars: «Donaldson 07/01/11 – 06/30/16 Nih $ 1,850.000 25% Fte Cross species, comparsa di coronavirus dai pipistrelli. Questo lavoro si basa sulla nostra sovvenzione Arra, che ci ha permesso di scoprire un nuovo Coronavirus nei pipistrelli che è strettamente correlato a un agente patogeno umano, il Coronavirus umano 229E. Gli obiettivi principali della proposta sono di caratterizzare i coronavirus trovati nelle specie di pipistrelli negli Stati Uniti nordorientali, sequenziando diversi campioni fecali di pipistrello per determinare le sequenze genomiche complete, isolare e/o resuscitare sinteticamente questi coronavirus utilizzando la biologia in silico e valutare la capacità di questi virus di emergere nell’ospite umano».

Quella sovvenzione degna di nota, per vedere se i coronavirus dei pipistrelli potrebbero emergere «nell’ospite umano», è a pg. 5.

Il dottor Fauci aveva dichiarato categoricamente al senatore Paul, ripreso dalla televisione nazionale, di non aver finanziato la ricerca sul «guadagno di funzione» nel laboratorio di Wuhan. Ma lo stesso Baric ha descritto la sua ricerca come «guadagno di funzione», in un seminario collegato al Nih, chiamato «Potenziali rischi e benefici della ricerca sul guadagno di funzione».

«Il dott. Ralph Baric, University of North Carolina […] ha spiegato che gli esperimenti GoF [Gain of Function, ndr] per la ricerca sul CoV comprendono una serie molto diversificata di esperimenti che sono fondamentali per lo sviluppo di vaccini e terapie ad ampia base».

Censura e libertà

Il video che ho pubblicato del Cv di Baric che descriveva in dettaglio il finanziamento di Fauci per la ricerca sul guadagno di funzione di Baric, aveva ricevuto 74.000 visualizzazioni, prima che mi sospendessero in modo permanente da Twitter.

È molto grave che un articolo così importante e degno di nota – il Cv di Baric – sia stato cancellato dal nostro universo dei social media e che io sia stata pubblicamente ridicolizzata come punizione per aver tentato di aprire questo discorso al pubblico.

I repubblicani hanno fatto pressioni per indagini sulle origini del coronavirus. Senza il Cv di Baric, gli americani non hanno tutte le informazioni rilevanti.

Com’è possibile che Twitter (e Youtube, che ha anche congelato il mio account, anche se in seguito l’ha ripristinato) si sono spinti fino a censurare con mano pesante le mie scoperte? Non c’è nulla nella mia condivisione di queste informazioni che costituisca disinformazione, al contrario di quello che il loro portavoce ha apparentemente citato alla stampa, come motivo per bannarmi. Le società di social media devono ancora dimostrarmi ciò che secondo loro ho pubblicato e che non era accurato.

Purtroppo, Twitter, Youtube e Facebook sono ora strettamente alleati del Partito Democratico e dell’amministrazione Biden, motivo per cui è importante rendere ancora più pubblico e senza censura ciò che Mark Zuckerberg aveva da dire a Fauci via e-mail, corrispondenza che appartiene al pubblico dominio dato che il suo contenuto è di grande interesse pubblico e Fauci è un funzionario pubblico.

Sono una democratica da una vita e ho votato per il presidente Biden, ma nell’ondata di deplatform delle voci conservatrici dopo l’inaugurazione, ho visto il pericolo per il nostro sistema di questa empia alleanza.

Non mi interessano molto gli attacchi personali. Non sarò vittima di bullismo o zittita. Ma mi interessa che i cittadini americani meritino una stampa libera e un dibattito aperto, e che non rischino di perderli a causa della censura della Big Tech.

Ci meritiamo tutte le informazioni che potrebbero consentire una migliore comprensione della ricerca sul guadagno di funzione che potrebbe essere stata correlata al virus che ha debilitato le economie mondiali e ha colpito milioni di persone. Big Tech, con le sue piattaforme compromesse, non dovrebbe avere voce in capitolo sul fatto che tali informazioni sopravvivano a un comitato di millennial che decide, in uno spazio di lavoro arioso, su ciò che può o non può essere letto da altri popoli liberi in tutto il mondo.

Senza una stampa libera il nostro Paese non sarebbe potuto nascere. E se permettiamo a diffamazioni personali casuali e alla censura della Big Tech di importanti notizie di far deragliare il nostro governo e di mantenere la nostra gente male informata, il nostro stato di libertà non può sopravvivere.

 

Le opinioni espresse in quest’articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente quelle di Epoch Times.

Articolo in inglese: Twitter Censored Dr. Baric’s CV and Its Documentation of Gain-of-Function Research and Me for Accurately Reporting the Bombshell Story

NEWSLETTER
Epoch Times Italia 2021
 
 
 

Trump annuncia il lancio del suo nuovo social, si chiama ‘Truth’

Trump annuncia il lancio del suo nuovo social, si chiama ‘Truth’
Il 20 ottobre l'ex presidente americano Donald Trump ha annunciato l'imminente lancio della sua piattaforma social. La versione ...
Leggi >
 

Le Big Pharma guadagnano molto dal Covid, ma qui si esagera | Facts Matter Italia

Le Big Pharma guadagnano molto dal Covid, ma qui si esagera | Facts Matter Italia
Una nuova pillola anti Covid-19 che dovrebbe ridurre del 50% il rischio di ospedalizzazione e morte è attualmente ...
Leggi >
 

Il Giappone è un baluardo contro l’espansionismo del regime cinese

Il Giappone è un baluardo contro l’espansionismo del regime cinese
Il regime comunista cinese non ha mai fatto mistero di voler controllare il mondo. Per riuscire nel suo ...
Leggi >
 

Accordo commerciale con la Cina: Biden imita le politiche di Trump | Ntd News

Accordo commerciale con la Cina: Biden imita le politiche di Trump | Ntd News
L'amministrazione Biden prevede di mantenere alcune politiche dell'era Trump, mentre tiene a freno le pratiche commerciali sleali della ...
Leggi >