Twitter lancia la nuova «modalità di sicurezza» per «ridurre le interazioni di disturbo»

Di Katabella Roberts

Il 1 settembre Twitter ha annunciato di stare implementando una nuova funzione, la «Modalità di sicurezza», volta ad aiutare gli utenti a gestire interazioni indesiderate, come post dannosi e risposte non appropriate.

La società ha affermato che la nuova funzionalità mira a «ridurre le interazioni di disturbo» e sarà distribuita a un piccolo gruppo di test su iOs, Android e Twitter.com, a partire dagli account con le impostazioni in lingua inglese abilitate.

La nuova funzione blocca temporaneamente gli account per sette giorni, nel caso di segnalazione di un linguaggio potenzialmente dannoso, insulti o commenti di odio, o per l’invio di risposte o menzioni ripetitive e non volute. Gli account non verranno cancellati o sospesi da Twitter, ma solo automaticamente bloccati da chi avrà attivato la modalità.

Quando l’autore di un tale post viene bloccato automaticamente, non sarà temporaneamente in grado di seguirlo o di inviargli tweet o messaggi diretti: «Quando la funzione è attivata nelle tue impostazioni, i nostri sistemi valuteranno la probabilità di un coinvolgimento negativo considerando sia il contenuto del tweet che la relazione tra l’autore del tweet e il replicante. La nostra tecnologia tiene conto delle relazioni esistenti, quindi gli account che segui o con cui interagisci frequentemente non verranno bloccati automaticamente», ha affermato Twitter.

Twitter sottolinea anche di aver condotto diverse sessioni di ascolto e feedback con esperti in sicurezza online, salute mentale e diritti umani, nonché con il proprio Trust and Safety Council, durante lo sviluppo della nuova funzionalità. «Vogliamo che tu goda di conversazioni sane, quindi questo test è un modo per limitare le interazioni travolgenti e indesiderate che possono interrompere quelle conversazioni. Il nostro obiettivo è proteggere meglio la persona che riceve i tweet riducendo la prevalenza e la visibilità delle osservazioni dannose».

L’ultima volta che Twitter ha annunciato una nuova serie di funzionalità per combattere i contenuti molesti e offensivi è stato nel 2017, quando ha introdotto modifiche come l’implementazione di risultati di ricerca più sicuri e il blocco della creazione di nuovi account offensivi.

Il sito di social media ha recentemente adottato misure (incluso il ban temporaneo) per impedire a una serie di figure di alto profilo di violare il codice di condotta dell’azienda.

In particolare, Twitter ha sospeso in modo permanente l’ex presidente Donald Trump a causa del «rischio di ulteriore incitamento alla violenza» a seguito dei post che ha pubblicato il giorno della violazione del Campidoglio del 6 gennaio.

La società ha affermato che la decisione è stata presa dopo «un’attenta revisione dei recenti Tweet dell’account @realDonaldTrump e del contesto che li circonda, in particolare di come vengono ricevuti e interpretati dentro e fuori Twitter».

Ma l’ex presidente ha affermato che esaminerà modi alternativi per interagire con la sua base online, inclusa la potenziale creazione di una propria piattaforma online.

 

Articolo in inglese: Twitter Rolls Out New Anti-Harassment ‘Safety Mode’ to ‘Reduce Disruptive Interactions’

NEWSLETTER
Epoch Times Italia 2021
 
 
 

Un movimento studentesco contro il Green Pass. L’intervista

Un movimento studentesco contro il Green Pass. L’intervista
Epoch Times Italia ha intervistato Filippo Dellepiane, studente 19enne di Filosofia a Firenze e coordinatore di 'Studenti contro ...
Leggi >
 

Cina, il Pcc indottrina gli studenti con ‘il pensiero di Xi Jinping’

Cina, il Pcc indottrina gli studenti con ‘il pensiero di Xi Jinping’
Il leader cinese Xi Jinping vuole infondere 'lealtà' a tutti i cittadini cinesi, a cominciare dagli studenti delle ...
Leggi >
 

Nuovi documenti sui finanziamenti americani al laboratorio di Wuhan | Facts Matter Italia

Nuovi documenti sui finanziamenti americani al laboratorio di Wuhan | Facts Matter Italia
Grazie alla richiesta del Freedom of Information Act sono state pubblicate oltre 900 pagine di documenti che rivelano ...
Leggi >
 

Talebani: no slogan e proteste salvo previa approvazione

Talebani: no slogan e proteste salvo previa approvazione
L'8 settembre i talebani hanno annunciato il divieto di tutti gli slogan, manifestazioni e proteste che non hanno ...
Leggi >