Un terzo dei militari americani rifiutano il vaccino

Di Jack Phillips

Circa un terzo dei militari statunitensi hanno rifiutato il vaccino contro il Covid-19, secondo quanto dichiarato mercoledì dal Pentagono.

Durante una audizione, il maggior generale Jeff Tagliaferro ha dichiarato: «La nostra panoramica iniziale, e si tratta ovviamente di dati molto preliminari, è che il tasso di accettazione si aggira intorno ai due terzi. E naturalmente varia a seconda dei diversi gruppi».

«Crediamo che, naturalmente, il vaccino sia la cosa giusta da fare. È chiaramente sicuro per i membri in servizio», ha aggiunto Taliaferro, sottolineando che gli alti ufficiali dell’esercito vogliono che il personale faccia l’iniezione. «E dobbiamo continuare a educare i nostri militari e aiutarli a capire i benefici».

Dal canto suo, il maggior generale Steven Nordhaus, capo delle operazioni per l’Ufficio della Guardia Nazionale, ha dichiarato durante l’audizione che la Guardia Nazionale ha un tasso di accettazione compreso tra i «due terzi e il 70 per cento», in linea quindi con quello dell’esercito in generale.

In particolare, tra le circa 916 mila dosi somministrate al personale del Dipartimento della Difesa (Dod), 359 mila persone hanno ricevuto almeno una dose, mentre 147 mila sono state completamente vaccinate. Questo è quanto affermato da Bob Salesses, segretario della Difesa per la sicurezza interna e la sicurezza globale. Salesses ha anche dichiarato che «probabilmente verso la fine di luglio, agosto» il Dod avrà vaccinato tutta la sua forza lavoro civile, militare e appaltatrice.

Durante l’evento è intervenuto anche il deputato repubblicano Mike Rogers, affermando: «Con nuove varianti che spuntano in tutto il mondo, non sono sicuro che possiamo aspettare due anni. È fondamentale per la nostra sicurezza nazionale che ogni membro dell’esercito, così come il personale civile del Dod e gli appaltatori, ricevano i vaccini il più presto possibile».

Mercoledì un portavoce del Dipartimento, John Kirby, ha dichiarato a Politico e ad altre testate che il Dod non dispone di un sistema per monitorare le vaccinazioni tra i reparti. E ha smentito le voci secondo cui il Pentagono starebbe nascondendo le informazioni alla stampa e al pubblico.

«Nessuno sta nascondendo i dati – ha detto Kirby – Non abbiamo un sistema in atto in tutti i reparti per tracciare specificamente i dati relativi a quegli individui che per qualsiasi motivo stanno rifiutando».

Entrambi i vaccini Pfizer e Moderna per il virus del Pcc hanno ricevuto un’autorizzazione di emergenza da parte della Fda. Ciò significa che l’agenzia non ha completamente autorizzato il loro uso.

 

Articolo in inglese: One-Third of Troops Turning Down CCP Virus Vaccine: Pentagon

 
 
 

Segretario di Stato Usa: Taiwan deve partecipare all’Assemblea mondiale della Sanità

Segretario di Stato Usa: Taiwan deve partecipare all’Assemblea mondiale della Sanità
Taiwan nell'Assemblea Mondiale della Sanità? Secondo il segretario di Stato americano Antony Blinken, l'Oms deve invitare anche Taiwan ...
Leggi >
 

Il voltagabbanesimo ed i suoi profeti, dal M5s al rapper Fedez

Il voltagabbanesimo ed i suoi profeti, dal M5s al rapper Fedez
L’autore dell’articolo, Gigi Morello, è nato a a Torino e ha vissuto diversi anni negli Usa. Musicista, didatta e ...
Leggi >
 

Cittadino cinese scopre un sistema di spionaggio nella sua Smart Tv | China in Focus

Cittadino cinese scopre un sistema di spionaggio nella sua Smart Tv | China in Focus
Recentemente, un utente della Cina continentale di nome 'v64500' ha scritto sul forum online 'V2EX' che il suo ...
Leggi >
 

I dati smontano il mito del «razzismo» negli omicidi della polizia

I dati smontano il mito del «razzismo» negli omicidi della polizia
Il presidente Joe Biden ha affermato che la condanna di Derek Chauvin ha aperto gli occhi al mondo ...
Leggi >