Vaiolo scimmie, Biden compra 119 milioni di dollari di vaccini

Di Mimì Nguyen Ly

L’amministrazione Biden ha ordinato milioni di dosi di un vaccino destinato alla protezione contro il vaiolo delle scimmie, dopo che il 18 maggio nel Massachusetts è stato segnalato il primo caso negli Stati Uniti.

Il vaiolo delle scimmie, una malattia virale tipicamente limitata all’Africa, è stata individuata in diversi Paesi dall’inizio di maggio e attualmente sono più di 25 i casi confermati.

Il 18 maggio il gruppo biotecnologico danese Bavarian Nordic ha annunciato l’ordine, che spinge l’azienda a convertire il suo vaccino liquido sfuso contro il vaiolo in versioni liofilizzate, che hanno una scadenza più lunga. Il vaccino sfuso è già stato prodotto e fatturato in base a precedenti contratti con il governo degli Stati Uniti. Il vaccino è approvato con il nome «Jynneos» negli Stati Uniti.

L’ordine rappresenta un valore di 119 milioni di dollari di vaccini Jynneos, che sarebbero stati prodotti e fatturati nel 2023 e nel 2024.

In base al contratto, l’amministrazione Biden ha la possibilità di effettuare un altro ordine del valore di 180 milioni di dollari. Ciò consentirebbe di produrre circa 13 milioni di dosi liofilizzate del vaccino contro il vaiolo di Jynneos entro il 2024 e il 2025 circa. La maggior parte del vaccino sfuso per quelle dosi è già stata prodotta e fatturata, secondo la società.

Bavarian Nordic ha successivamente annunciato il 19 maggio che fornirà a «un Paese europeo non divulgato» il suo vaccino contro il vaiolo, approvato in Europa con il nome di «Imvanex», ma precedentemente distribuito off-label.

La Food and Drug Administration (Fda) statunitense ha approvato il vaccino Jynneos dell’azienda a settembre 2019 per la prevenzione del vaiolo e del vaiolo delle scimmie nelle persone di età pari o superiore a 18 anni. Il vaccino sarebbe «disponibile per coloro che si determina siano ad alto rischio di vaiolo o vaiolo delle scimmie».

La Fda ha dichiarato all’epoca: «Questo è l’unico vaccino attualmente approvato dalla Fda per la prevenzione del vaiolo delle scimmie».

Peter Marks, direttore del Center for Biologics Evaluation and Research della Fda, ha affermato all’epoca che «il rilascio intenzionale» di vaiolo, un virus altamente contagioso, «potrebbe avere un effetto devastante».

Il presidente e Ceo della Bavarian Nordic Paul Chaplin ha definito che l’attuale situazione del vaiolo delle scimmie in Europa «richiede un approccio rapido e coordinato da parte delle autorità sanitarie», e che l’azienda è «felice di aiutare in questa situazione di emergenza».

Il National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Niaid) nel 2004 aveva concesso a Barvarian Nordic un contratto da 100 milioni di dollari per la ricerca su un vaccino contro il vaiolo, nell’ambito del Project BioShield, un’iniziativa del governo per incentivare le aziende private a sviluppare vaccini e altre contromisure per affrontare minacce chimiche, biologiche, radiologiche e nucleari.

I sintomi di uno dei primi casi conosciuti del virus del vaiolo delle scimmie sono mostrati sulla mano di un paziente il 27 maggio 2003. (Cdc/Getty Images)

Casi in crescita

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, il vaiolo delle scimmie negli esseri umani mostra sintomi simili al vaiolo, ma più lievi. Le persone infette possono avere febbre, mal di testa, dolori muscolari e stanchezza, nonché lesioni cutanee che possono durare fino a un mese.

Dopo l’inizio della febbre, i pazienti possono anche sviluppare un’eruzione cutanea che spesso inizia sul viso e si diffonde ad altre parti del corpo. Il vaiolo delle scimmie fa gonfiare i linfonodi mentre il vaiolo no, afferma il Cdc sul suo sito web.

Le autorità di più Paesi hanno riferito che la stragrande maggioranza dei casi riguarda uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini, ma non hanno ancora confermato come le persone siano state infettate. L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che il vaiolo delle scimmie «può essere trasmesso dall’esposizione alle goccioline mediante l’esalazione di grandi goccioline e dal contatto con lesioni cutanee infette o materiali contaminati».

Italia, Svezia e Australia hanno segnalato ciascuno i loro primi casi confermati di vaiolo delle scimmie quest’anno, il 20 maggio. Il Canada ha segnalato i suoi primi due casi in Quebec il 19 maggio e sta indagando su 17 casi sospetti nella regione di Montreal.

Gli Stati Uniti hanno confermato un caso in Massachusetts il 18 maggio. Un caso sospetto di vaiolo delle scimmie è allo studio anche a New York City dopo che un uomo si è presentato in ospedale con sintomi il 19 maggio.

Sempre il 19 maggio, la Spagna ha segnalato sette casi, mentre il Portogallo ha aggiornato il numero di casi confermati a 14. Sia la Spagna che il Portogallo hanno oltre 40 casi sospetti di vaiolo delle scimmie. Lo stesso giorno, la Francia ha segnalato il suo primo caso sospetto nella regione Parigi/Ile-de-France.

Ci sono nove casi confermati di vaiolo nel Regno Unito, dove sono stati segnalati i primi casi al di fuori dell’Africa. Il primo caso nel Regno Unito è stato segnalato il 7 maggio, e coinvolge un paziente che si era recentemente recato in Nigeria.

 

Articolo in inglese: Biden Admin Places $119 Million Order for Vaccines After Single Case of Monkeypox Reported in US

NEWSLETTER
*Epoch Times Italia*
 
 
 

Cina, nuove restrizioni sui bonfici bancari e crisi immobiliare. Sempre più cinesi fuggono all’estero

Cina, nuove restrizioni sui bonfici bancari e crisi immobiliare. Sempre più cinesi fuggono all’estero
Le principali banche statali cinesi stanno imponendo nuovi stringenti limiti sui bonifici bancari, consentendo ai propri clienti di ...
Leggi >
 

Il vero obbiettivo dell’Agenda Onu 2030: più potere alle organizzazioni internazionali

Il vero obbiettivo dell’Agenda Onu 2030: più potere alle organizzazioni internazionali
Il World Economic Forum (Wef) ha recentemente concluso il suo consueto incontro annuale in Svizzera, dove miliardari e ...
Leggi >
 

Usa, la Corte Suprema ribalta la storica sentenza sull’aborto Roe vs Wade

Usa, la Corte Suprema ribalta la storica sentenza sull’aborto Roe vs Wade
Il 24 giugno 2022 la Corte Suprema statunitense ha ribaltato la storica Roe vs Wade, la sentenza che ...
Leggi >
 

Speciale: Il regime cinese alla conquista dell’Africa con la Nuova Via della Seta

Speciale: Il regime cinese alla conquista dell’Africa con la Nuova Via della Seta
Pechino ha investito miliardi di dollari in infrastrutture in Africa, ma con intenzioni tutt’altro che altruiste. Il piano ...
Leggi >