Windows 11 22H2 scalda i motori, si può già provare la versione ‘finale’

Di Alessandro Starnoni

Il più importante aggiornamento dell’anno del nuovo sistema operativo di Microsoft è pronto per la release e si chiama Windows 11 22H2, Sun Valley 2.

Agli esperti di Redmond serve solo qualche mese per gli ultimi test prima della distribuzione ufficiale che avverrà il prossimo autunno. Tuttavia, gli utenti iscritti al programma Windows Insider possono già provare la versione pressoché definitiva (Rtm, Release to Manufacturing) di Windows 11 22H2, ovvero la build 22621, dal momento che Microsoft l’ha già inserita nel suo Release Preview. Questo significa quindi che non si tratta di una beta ma di una vera e propria anteprima stabile e sicura del nuovo aggiornamento, seppur soggetta ancora a possibili ed eventuali revisioni o minori migliorie (bugfix) prima della sua release ufficiale al pubblico di ottobre (data ancora non ufficiale).

Il nuovo aggiornamento Windows 11 22H2 potrebbe spingere gli utenti ancora affezionati a Windows 10 alla migrazione definitiva, dal momento che apporterà miglioramenti alla stabilità dell’OS e alcune nuove features. Si può semplicemente attendere l’update su Windows Update oppure, per i più curiosi, basta iscriversi al programma Windows Insider e tastarlo già con mano.

Tra le principali novità si notano dei miglioramenti nel menu Start, come nuove cartelle e la possibilità di ridurre a una riga gli elementi in ‘Articoli consigliati’ nel pulsante Start.

Miglioramenti nell’esperienza d’uso come nuovi gesti touch, il drag and drop sulla barra delle applicazioni, ovvero la possibilità di trascinare le icone dei programmi sulla barra e di spostare i file all’interno delle app come in Windows 10, nonché la possibilità di ‘raggruppare’ le icone nel menu Start spostandole l’una sopra l’altra e di rinominare i gruppi.

Altre novità riguardano lo sfondo Spotlight, che cambia come le immagini della schermata di blocco, il supporto ai sottotitoli in tempo reale per qualsiasi audio (anche da microfono), e un task manager rinnovato con nuove caratteristiche come la possibilità di limitare il consumo di risorse delle app in background, nuovo layout e una nuova barra dei comandi.

Sempre sulla barra delle applicazioni adesso è possibile aumentare e diminuire il volume semplicemente posizionando il mouse su di essa e muovendo la rotellina in basso o in alto, mentre al contempo sopra la barra delle applicazioni sono state introdotte nuove scorciatoie con un nuovo indicatore grafico.

Per chi volesse già provare la nuova build basta seguire le istruzioni dal sito Microsoft per iscriversi e partecipare al programma Windows Insider oppure dal Windows Update di Windows selezionare l’opzione ‘Programma Windows Insider’ e cliccare su ‘Inizia’, collegando il proprio account e scegliendo poi di ricevere gli aggiornamenti dal ‘Canale versione di anteprima’. Dopodiché dopo un riavvio, basterà controllare gli aggiornamenti e scaricare la nuova build.

 
 
 

Cina, nuove restrizioni sui bonfici bancari e crisi immobiliare. Sempre più cinesi fuggono all’estero

Cina, nuove restrizioni sui bonfici bancari e crisi immobiliare. Sempre più cinesi fuggono all’estero
Le principali banche statali cinesi stanno imponendo nuovi stringenti limiti sui bonifici bancari, consentendo ai propri clienti di ...
Leggi >
 

Il vero obbiettivo dell’Agenda Onu 2030: più potere alle organizzazioni internazionali

Il vero obbiettivo dell’Agenda Onu 2030: più potere alle organizzazioni internazionali
Il World Economic Forum (Wef) ha recentemente concluso il suo consueto incontro annuale in Svizzera, dove miliardari e ...
Leggi >
 

Usa, la Corte Suprema ribalta la storica sentenza sull’aborto Roe vs Wade

Usa, la Corte Suprema ribalta la storica sentenza sull’aborto Roe vs Wade
Il 24 giugno 2022 la Corte Suprema statunitense ha ribaltato la storica Roe vs Wade, la sentenza che ...
Leggi >
 

Speciale: Il regime cinese alla conquista dell’Africa con la Nuova Via della Seta

Speciale: Il regime cinese alla conquista dell’Africa con la Nuova Via della Seta
Pechino ha investito miliardi di dollari in infrastrutture in Africa, ma con intenzioni tutt’altro che altruiste. Il piano ...
Leggi >