Xi Jinping chiama «amico» il presidente americano Donald Trump

Il sette giugno il leader cinese del Pcc Xi Jinping ha definito per la prima volta il presidente degli Stati Uniti Donald Trump suo «amico».

Parlando ad un forum economico nella città russa di San Pietroburgo, Xi ha ribadito che vi sono stati forti legami commerciali e investimenti tra la Cina e gli Stati Uniti: «È difficile immaginare un distacco completo degli Stati Uniti dalla Cina o della Cina dagli Stati Uniti. Noi non siamo interessati a questo e neanche i nostri partner americani lo sono. Il presidente Trump è mio amico e sono convinto che anche lui non sia interessato ad una cosa del genere».

Trump ha spesso fatto riferimento alla sua amicizia con il leader cinese, anche dopo che le relazioni tra i due Paesi si sono inasprite quando gli ultimi negoziati commerciali sono falliti all’inizio di maggio.
Per esempio, in un tweet del 14 maggio il presidente americano ha affermato: «Il mio rispetto e amicizia con il presidente Xi sono illimitate, ma gli ho detto già molte volte in precedenza che questo deve essere un grande affare vantaggioso per gli Stati Uniti altrimenti non ha senso». Quattro giorni dopo, i dazi statunitensi su varie merci cinesi del valore di 200 miliardi di dollari sono aumentati dal 10 al 25 per cento.

Trump ha annunciato l’aumento dei dazi in risposta al marcia indietro del regime cinese sugli impegni negoziati durante vari mesi di trattative commerciali.
Per ritorsione, Pechino ha quindi risposto con un rialzo dei dazi su beni statunitensi del valore di 60 miliardi di dollari.

Poco dopo, l’amministrazione americana ha inserito il gigante cinese delle telecomunicazioni Huawei su una blacklist commerciale e le ha praticamente vietato di fare affari con le aziende americane. In rappresaglia per questa mossa, il regime del Pcc ha affermato che avrebbe istituito una «lista di entità inaffidabili» che avrebbe compreso imprese, persone e organizzazioni straniere che danneggerebbero gli interessi delle imprese cinesi.

Trump incontrerà Xi al summit del G20 in Giappone alla fine di questo mese. Il presidente Usa ha già precedentemente affermato che avrebbe preso una decisione definitiva sulla possibilità di imporre nuovi dazi per beni cinesi del valore di 300 miliardi dopo questo incontro.

 

Reuters ha contribuito a questo articolo. 

Articolo in inglese Chinese Leader Xi Jinping Calls US President Trump His Friend

 
 
 

Migranti, a Roma i colloqui con Francia e Germania, mentre gli sbarchi proseguono

Migranti, a Roma i colloqui con Francia e Germania, mentre gli sbarchi proseguono
Tra imbarcazioni autonome e Ong, non si arresta l'ondata migratoria nei porti italiani: i vertici di Stato di ...
Leggi >
 

Migranti, settembre mese con più sbarchi rispetto al 2018. Ungheria rifiuta ripartizione

Migranti, settembre mese con più sbarchi rispetto al 2018. Ungheria rifiuta ripartizione
Temperature più miti a settembre, ma il recente cambio dell'Esecutivo continua a scaldare il nodo immigrazione; e i ...
Leggi >
 

Migranti, Ocean Viking assegnata a Lampedusa

Migranti, Ocean Viking assegnata a Lampedusa
«Il nuovo governo riapre i porti», è il commento più pacato dell'ex ministro Matteo Salvini alla notizia dell'ok ...
Leggi >
 

Quando le star di Hollywood si occupano di ambiente senza capirne nulla

Quando le star di Hollywood si occupano di ambiente senza capirne nulla
Commento di Richard Trzupek Mick Jagger e Donald Sutherland sono entrambi ottimi uomini di spettacolo, ma come analisti dell'ambiente ...
Leggi >